Zona gialla, le Regioni (dalla Sicilia al Veneto) chiedono di ridurre le fasce: rivedere i criteri per le restrizioni

Zona gialla, le Regioni (dalla Sicilia al Veneto) chiedono di ridurre le fasce: rivedere i criteri per le restrizioni
ilmessaggero.it INTERNO

Mercoledì 21 Luglio 2021, 10:14 - Ultimo aggiornamento: 10:45. Dalla bianca alla rossa, passando per la zona gialla e l’arancione.

I presidenti di Regione ritengono troppo bassa la soglia al 5% delle occupazione delle terapie intensive e 10% dei posti di area medica per far scattare la zona gialla.

Covid, a Roma un contagio su sette: «È l’effetto degli Europei». Zona gialla, i colori e le fasce. In questo modo delle due fasce intermedie, la gialla e l’arancione, ne resterebbe solo una al 20%

Ora che si ridiscutono i criteri per entrare ed uscire dalla singola zona c’è chi propone di ridurre a tre gli scaglioni. (ilmessaggero.it)

Su altri media

In capo a poche settimane, saremo tutti a fare il falò di Ferragosto sul balcone, come perfidamente fa dire al suo inquietante Draghi il grande Osho Durante le “normali” epidemie influenzali stagionali i reparti ospedalieri sono pieni oltre il 70%. (MiglioVerde)

L’andamento della campagna di vaccinazione consente di aggiornare gli indicatori a cui si legano l’assegnazione dei colori alle diverse zone e le conseguenti misure di restrizione”. 20 Luglio 2021 19:00. (Stretto web)

In regione solo Reggio Emilia fa segnare più casi, 74. Purtroppo, si registra un decesso, a Reggio Emilia: si tratta di una donna di 101 anni. (News Rimini)

Modena, la Terapia intensiva ora è Covid free

Solo un paziente, la scorsa settimana, è stato portato in terapia intensiva a Lodi e trasferito nell’hub di riferimento che per il territorio è il San Matteo di Pavia. Dal 2 all’8 giugno i casi erano 32, altri 20 casi dal 9 al 15 giugno e 21 dal 16 giugno al 22 giugno. (IL GIORNO)

Con i contagi in (lieve) risalita in Italia e lo spauracchio della variante Delta del Covid, si torna a parlare di zona gialla. A rivelarlo, al termine della riunione odierna, è il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga. (Gallura Oggi)

Non solo a Modena, ma anche nel resto della regione: basti pensare che sui circa 700 posti di terapia intensiva a disposizione in Emilia Romagna, ne restano occupati 15, poco meno del 2%. A Modena, ad esempio, i casi accertati di Covid, cioè i cittadini che in questo momento sono positivi, sono 372. (La Gazzetta di Modena)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr