Coronavirus in Toscana: 229 nuovi casi, 209 (-18) ricoverati di cui 23 in intensiva, 4 deceduti

Coronavirus in Toscana: 229 nuovi casi, 209 (-18) ricoverati di cui 23 in intensiva, 4 deceduti
SienaFree.it SALUTE

I nuovi casi sono lo 0,1% in più rispetto al totale del giorno precedente.

I dati nel dettaglio aggiornati alle ore 12 di giovedì 14 ottobre. In Toscana sonoi casi di positività al Coronavirus,in più rispetto a ieri (223 confermati con tampone molecolare e 6 da test rapido antigenico).

Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni

Sono invecei soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui ilè risultato positivo. (SienaFree.it)

Ne parlano anche altre testate

In calo, infine, le persone in isolamento domiciliare che sono 5.325 (21 in meno rispetto a ieri). Tutti i dati sono visibili dalle 18.30 sul sito dell'Agenzia Regionale di Sanità a questo indirizzo: www. (LivornoToday)

Per i soggetti maggiorenni a elevata fragilità, che rientrano nelle categorie indicate dalla circolare ministeriale, è aperto dal pomeriggio di oggi 13 ottobre, un apposito pulsante sul portale prenotavaccino. (Il Giornale di Barga online)

Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 10.330 casi x100.000 abitanti, Pistoia con 9.300, Firenze con 8.046, la più bassa Grosseto con 5.110. I nuovi casi sono lo 0,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. (FirenzeToday)

Terza dose vaccino, aperte le prenotazioni anche per i soggetti fragili

E' nostro interesse dare la possibilità ai nostri cittadini di effettuare la dose aggiuntiva di potenziamento del vaccino al più presto, specialmente alle fasce più deboli. Al via la terza dose di vaccino anti Covid-19 anche per le persone particolarmente vulnerabili. (PisaToday)

In Toscana i vaccini somministrati sono stati 5.663.448 Da ieri i morti sono stati 3. (Adnkronos)

È nostro interesse - prosegue - dare la possibilità ai nostri cittadini di effettuare la dose aggiuntiva di potenziamento del vaccino al più presto, specialmente alle fasce più deboli. (La Nazione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr