Spara e uccide rapinatori, il gioielliere: "Dovevo difendere la mia famiglia"

Spara e uccide rapinatori, il gioielliere: Dovevo difendere la mia famiglia
Approfondimenti:
PUPIA INTERNO

– continua sotto –. Il precedente nel 2015 – La gioielleria aveva già subito una rapina alcuni anni fa

La moglie di Roggero sarebbe stata colpita con un pugno, la figlia sarebbe invece stata immobilizzata con fascette da elettricista.

“Quando ho sentito urlare mia figlia – continua Roggero – non ci ho visto più.

E io lo ero, sapevo che dovevo intervenire, o loro o la mia famiglia”.

– continua sotto –. (PUPIA)

Su altre fonti

Verrà ancora sentito da Davide Greco, sostituto procuratore astigiano che coordina le indagini con il procuratore capo Alberto Perduca Si è tenuto oggi (sabato 1° maggio) l'interrogatorio di garanzia in vista dell'udienza di convalida dell'arresto per Alessandro Modica, il 34enne facente parte della banda che nel tardo pomeriggio di mercoledì 28 aprile ha tentato di rapinare la gioielleria Roggero di Grinzane Cavour. (TargatoCn.it)

Ero lì che guardavo e ho visto quella gente che sparava a mia moglie alla gola - ricorda - . "Non ci ho visto più". Ancora sconvolto per l'accaduto, spiega di essere intervenuto "Perché dovevo difendere mia figlia. (Tiscali Notizie)

Il padre del ferito, Giovanni Modica, è indagato per favoreggiamento: avrebbe portato il figlio nei pressi del Pronto soccorso a 40 chilometri dal luogo della rapina. Interrogatorio di garanzia al carcere Cerialdo di Cuneo, ieri, per Alessandro Modica, 34 anni, unico sopravvissuto della banda che ha tentato di rapinare una gioielleria nel tardo pomeriggio di mercoledì a Grinzane Cavour (Cuneo). (La Stampa)

Rapina alla gioielleria di Grinzane Cavour, chi è Alessandro Modica: il rapinatore sopravvissuto

Rapina di Cuneo, la figlia del gioielliere: "Non so se avremo mai la forza di riaprire" di Carlotta Rocci. Investigatori sul luogo della rapina (ansa). Laura Roggero per la seconda volta in sei anni si è trovata ostaggio dei banditi: "Mi sento devastata" (La Repubblica)

Al tentativo di appropriarsi anche del denaro in cassa, il titolare avrebbe reagito sparando alcuni colpi con una pistola legittimamente detenuta. Rapina alla gioielleria di Grinzane Cavour, continua restare in ospedale con una ferita a una gamba Alessandro Modica, 34 anni, l’unico rapinatore della banda rimasto in vita: l’uomo, un passato in carcere per altri furti, è stato arrestato a Gallo mercoledì notte. (L'Occhio)

Venerdì 30 aprile è stato sottoposto a un intervento chirurgico alla gamba destra e in serata è stato trasferito nel carcere di Cuneo. È possibile che il primo colpo possa essere stato esploso all’interno della gioielleria, ma è molto probabile che gli altri tre siano stati sparati all’esterno. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr