FTSEMib, altro crollo in avvio

SoldiOnline.it SoldiOnline.it (Economia)

Giornata decisamente negativa per ENI (-3,81% a 11,31 euro), che si allinea al trend negativo del FTSEMib.

In particolare, al 2023, il flusso di cassa operativo crescerà rispetto al 2019 di oltre 3 miliardi di euro grazie al solido contributo di tutti i business.

Se ne è parlato anche su altri giornali

E in tale senso si guarda anche alle dichiarazioni del ministro dell'Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, secondo cui "il Governo incoraggia un costruttivo confronto tra le parti per delineare le condizioni per integrare le infrastrutture, potenziare e ottimizzare gli investimenti, andando incontro alle aspettative del sistema Paese nel dar vita a una infrastruttura integrata, aperta a tutti gli operatori e non discriminatoria, nel rispetto delle regole di mercato e delle migliori pratiche regolatorie e di concorrenza". (Finanza.com)

(GD – www.ftaonline.com) (Investire Oggi)

Il future Ftse Mib e’ sceso ieri a toccare con il minimo di quota 22315 la media mobile semplice a 200 giorni, un supporto che per il momento ha contenuto il ribasso. I recenti segnali di debolezza, in particolare la violazione a 22700 circa del 50% di ritracciamento del rialzo dai minimi di agosto, non sono tuttavia stati negati. (Investire Oggi)

Ultimo aggiornamento: 27 Febbraio, 18:23. . Positive le principali Borse europee dopo due giornate di incertezza con i timori per il coronavirus. Meno entusiasta Eni (+0,7%).In cima al Ftse Mib anche Fca (+4,6%) col dividendo e a Parigi ha brillato Peugeot (+4,7%) col fatturato record di Psa. (Il Messaggero)

Piazza Affari, con l'effetto Coronavirus, manda in fumo 14 miliardi di euro a fronte di una capitalizzazione di oltre 524 miliardi di euro. Il Ftse Mib è sui minimi di dicembre dello scorso anno. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

a Borsa italiana chiude in rialzo dell’1,44% e sul listino principale troviamo in rosso solamente A2A (-1,16%), Amplifon (-3,6%), Ferrari (-0,56%), Generali (-0,4%) e Mediobanca (-0,55%). Fuori dal listino principale Innovatec sale del 10,3%, mentre Culti Milano cede l’8%. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.