Inps e Carabinieri indagano a Pederobba e Nervesa per falsi beneficiari del reddito di cittadinanza: somme da 120mila euro

Inps e Carabinieri indagano a Pederobba e Nervesa per falsi beneficiari del reddito di cittadinanza: somme da 120mila euro
Qdpnews INTERNO

Già dallo scorso mese di febbraio è stata svolta un’indagine anagrafica su svariati nuclei familiari al fine di definirne l’effettiva composizione ai fini Isee e per la conseguente richiesta di reddito di cittadinanza.

Le verifiche incrociate dei Carabinieri della Stazione di Nervesa della Battaglia e degli uffici Inps hanno consentito di procedere a una revoca nei confronti di un cittadino che aveva omesso di dichiarare la rioccupazione di un componente il nucleo familiare, percependo così indebitamente la somma di quasi 10.000 euro. (Qdpnews)

Se ne è parlato anche su altre testate

Si tratta di esponenti di noti clan camorristici residenti nei comuni di Salerno, Pagani, Angri, Cava de’ Tirreni e Sant’Egidio del Monte Albino. Diversamente, chi ha provveduto a dare l’informazione corretta riceve un contributo ridotto, ricalcolato sulla base dei soli componenti immuni da simili condanne. (StileTV)

Reddito di cittadinanza, spesa Napoli più del Nord/ Inps: in Campania 22% sussidi. Su tutte, alla fine, si staglia una domanda: come dovranno comportarsi candidati, forze politiche e formazioni civiche in previsione delle prossime elezioni municipali? (Il Sussidiario.net)

Con un Isee compreso fra 7mila e 40mila euro la famiglia riceverà 120 euro per il primo figlio, o 144 euro dal secondo figlio in poi. – Non si hanno ancora notizie ufficiali su un eventuale anticipo pensionistico per le pensioni di giugno, da versare a fine maggio (Salernonotizie.it)

Detenuti, ma con il reddito di cittadinanza: maxi operazione di carabinieri e Inps a Treviso

Reddito di cittadinanza, anche a maggio i beneficiari dovranno tenere d'occhio due date sul calendario: per alcuni la mensilità arriverà giorno 15 mentre per altri sarà il 27, come di consueto. A metà del mese riceveranno il pagamento coloro che hanno fatto domanda per il sussidio ad aprile e coloro che hanno fatto richiesta di rinnovo allo scadere delle 18 mensilità. (Giornale di Sicilia)

Diversamente, chi ha provveduto a dare l’informazione corretta riceve un contributo ridotto, ricalcolato sulla base dei soli componenti immuni da simili condanne. D’intesa con l’INPS, sono state già avviate le procedure per la revoca immediata del sussidio ed il recupero delle somme illecitamente intascate (Info Cilento)

E' quanto hanno scoperto i carabinieri del Comando provinciale di Treviso, in collaborazione con l'Inps, durante una serie di accertamenti mirati a carico di nuclei familiari residenti nelle aree di Nervesa della Battaglia, Vedelago e Pederobba (La Tribuna di Treviso)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr