Vaccino Covid, il richiamo si potrà fare dopo cinque mesi dall'ultima dose

Vaccino Covid, il richiamo si potrà fare dopo cinque mesi dall'ultima dose
Daily Verona Network INTERNO

La diminuzione dell’intervallo da sei a cinque mesi, specifica l’atto della Direzione Prevenzione, avrà effetto a partire dal giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della relativa determina a cura di AIFA.

La Direzione Prevenzione della Regione Veneto dà avvio alle procedure per l’anticipazione da sei a cinque mesi della somministrazione della terza dose del vaccino anti Covid. (Daily Verona Network)

La notizia riportata su altre testate

".L'intervallo minimo previsto per la somministrazione della dose "booster" (di richiamo) con vaccino a m-RNA, alle categorie per le. quali è già raccomandata (inclusi tutti i soggetti vaccinati con una unica dose di vaccino Janssen) e nei dosaggi autorizzati per la stessa (30 mcg in 0,3 mL per Comirnaty di Pfizer/BioNTech; 50 mcg in 0,25 mL per Spikevax di Moderna), è aggiornato a cinque mesi (150 giorni) dal completamento del ciclo primario di vaccinazione, indipendentemente dal vaccino precedentemente utilizzato. (dedalomultimedia.it)

In Gazzetta la determina Aifa. Da oggi, 24 novembre, sarà possibile effettuare il richiamo (booster) del vaccino anti Covid dopo cinque mesi dalla somministrazione della seconda dose o della dose unica in caso di vaccino monodose Janssen. (Quotidiano Sanità)

La Regione Veneto ha già inviato la circolare informativa a tutte le Ulss (RovigoOggi.it)

Terze dosi, corsa al vaccino per evitare l'ingorgo di Natale. Impennata di prenotazioni. I casi di Lazio, Lombardia e Puglia

Speranza sta valutando se abbassare ulteriormente il limite di età”. – “Sono allo studio una serie di misure. (ilMetropolitano.it)

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie (La Rampa)

È corsa al vaccino prima delle feste, per evitare quello che viene definito il possibile "ingorgo di Natale", e record sulle terze dosi. E ieri a livello nazionale si è registrato il record di somministrazioni delle terze dosi, oltre 182mila. (Il Gazzettino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr