62enne deceduto per aver mangiato pasta condita con pianta velenosa

Yahoo Notizie INTERNO

La quota minima di adesione è 10 euro

Le quote d'iscrizione a Forza Italia sono rimaste invariate e divise sempre tra 'aderenti' e 'eletti', come indicato sul sito.

La tessera per i ragazzi e le ragazze sotto i 18 anni costa 5 euro; 10 euro la tessera normale.

Il tesseramento 2020 del Partito democratico è stato prorogato al 30 aprile 2021 a causa della pandemia da Covid.

Stessa cifra (10 euro) è richiesta per sindaci, presidenti del Consiglio comunale e assessori nei Comuni con elezioni amministrative a doppio turno. (Yahoo Notizie)

Ne parlano anche altre fonti

Pinzana ha poi usato le erbe spontanee per preparare del pesto con il quale ha poi condito la pasta. Stando ad una prima ricostruzione, durante una passeggiata nel bosco una decina di giorni fa aveva raccolto del còlchico autunnale, una pianta molto velenosa, scambiandolo erroneamente per aglio orsino. (triestecafe.it)

Valerio Pinzana aveva trovato comunque la forza di andare avanti, crescendo amorevolmente il figlio Marco, oggi 32enne, imprenditore, e riscoprendo l’amore con Marina. Appassionato escursionista, e amante della natura era solito raccogliere erbe spontanee nei prati della Pedemontana pordenonese ed anche per questa ragione quanto avvenuto ha lasciato increduli parenti ed amici. (Il Mattino di Padova)

Un errore, lo aveva confuso con un fiore di zafferano, che è stato fatale per il 62enne. Muore avvelenato dopo aver cucinato una pasta con il colchico d’autunno, un fiore estremamente velenoso che aveva raccolto in montagna e che aveva ridotto a pesto. (Il Caudino)

Scambia falso zafferano per aglio, muore avvelenato

Pinzana è morto il giorno di Pasquetta in ospedale a Pordenone dopo il ricovero. È morto dopo una dolorosa agonia Valerio Pinzana, il 62enne ex bidello di Travesio, in provincia di Pordenone, che ha cucinato e mangiato per errore un’erba altamente velenosa scambiandola per un aglio selvatico. (Sputnik Italia)

APPROFONDIMENTI AUSTRALIA Inietta feci nel sangue del figlio di 9 anni per farlo restare in. Il suo fisico era ormai avvelenato e non c'è stato nulla da fare (ilmattino.it)

Un uomo, di 61 anni, di Travesio (Pordenone), è morto avvelenato dopo aver ingerito del colchico, o croco, conosciuto anche come “zafferano bastardo”, “falso zafferano” o “arsenico vegetale”, confondendolo con l’aglio orsino. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr