Aiuti di Stato: contributi e indennità Covid-19 fuori dalla dichiarazione dei redditi, ecco chi beneficia delle novità del decreto Sostegni-bis

Investire Oggi ECONOMIA

Dunque, è prevista una detassazione generalizzata dei contributi e delle indennità erogate per fronteggiare l’emergenza pandemica ancora in essere.

Rimane l’obbligo di indicare in dichiarazione die redditi, quadri reddituali e aiuti di Stato per i contributi a fondo perduto ricevuti nel 2020.

n. 73 del 2021, introdotto in sede di conversione (legge n. 106 del 2021), ha abrogato il comma 2 dell’art. (Investire Oggi)

Se ne è parlato anche su altri media

L’Agenzia delle Entrate ha comunque precisato che i contribuenti che abbiano già inviato il modello Redditi e IRAP non sono tenuti a presentare dichiarazione correttiva 10-bis, che subordinava la detassazione al rispetto della normativa UE in materia di Aiuti di Stato. (MySolution)

Per i contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia al fine di stabilire il momento da cui decorre l’obbligo di compilazione del prospetto aiuti occorre aver riguardo alla data di erogazione del contributo. (Ipsoa)

I contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia non vanno indicati nel quadro IQ da parte dei soggetti che applicano l’art. Si chiede se il credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro di cui all’art (Parlamento, Gazzetta Ufficiale, Agenzia Governative, Giurisprudenza in materia tributaria, autori)

Si conferma che tali somme non vanno indicate nel prospetto aiuti di Stato in quanto non siamo in presenza di aiuti fiscali automatici ai sensi dell’art. Si conferma che i finanziamenti garantiti dal Fondo centrale di garanzia non devono essere indicati nel prospetto aiuti di Stato. (Parlamento, Gazzetta Ufficiale, Agenzia Governative, Giurisprudenza in materia tributaria, autori)

Per i contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia, al fine di stabilire il momento da cui decorre l’obbligo di compilare il prospetto aiuti rileva la data di erogazione del contributo. (MySolution)

Si chiede conferma che i finanziamenti garantiti MISE 100% o 80% (e i relativi interessi) non devono essere indicati nel prospetto aiuti di Stato, né deve essere indicato il risparmio d’imposta derivante dagli stessi. (Parlamento, Gazzetta Ufficiale, Agenzia Governative, Giurisprudenza in materia tributaria, autori)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr