Dorsey sceglie l'ascetismo e molla Twitter (che risale)

il Giornale ECONOMIA

Un numero che sembra enorme, ma che a confronto con quello dei rivali spiega molte cose.

Le prime avvisaglie, cinque anni fa, quando annunciò che twitter avrebbe eliminato il limite dei 140 caratteri.

Era uno sfregio al dono della sintesi, ma soprattutto il senso che qualcosa era già cambiato nella sua testa.

Insomma: aveva 30 anni e tanti sogni, quando ha fondato il social insieme a Noah Glass, Biz Stone e Evan Williams. (il Giornale)

Su altri media

Notizia shock in casa Twitter: Jack Dorsey è attualmente CEO del noto social network e di Square, la sua società di pagamenti digitali. Dorsey, che ha fondato il gigante dei social media (un tempo, dato che ora viene usato con meno intensità), era stato CEO fino al 2008 prima di essere estromesso dal ruolo e allontanato. (Android Italy)

Dorsey ha commentato così la sua scelta: “Ho deciso di lasciare Twitter perché credo che l'azienda sia pronta ad andare avanti senza i suoi fondatori.”. In merito al nuovo amministratore che lo sostituirà, ha aggiunto: “La mia fiducia verso Parag come nuovo CEO di Twitter è profonda. (DDay.it - Digital Day)

Chissà quanto questo influenzerà le scelte di Twitter nel merito di una “libertà di parola” che ha subito già parecchi contraccolpi negli ultimi anni Aggiungendo poi: “Il nostro ruolo è quello di servire una sana conversazione pubblica e le nostre mosse riflettono cose che riteniamo portino a una conversazione pubblica più sana”. (Il Primato Nazionale)

Chi è Parag Agrawal, il nuovo CEO di Twitter. Il nuovo CEO Parag Agrawal è entrato a far parte dell'azienda nel 2011 come ingegnere pubblicitario, assumendo infine il titolo di CTO nel 2018. (TIMgate)

“Da Twitter ai servizi finanziari: il miliardario Jack Dorsey lancia la sua banca”. “Jack Dorsey vende il suo primo tweet per $ 2,9 milioni con gli Nft. Lunedì mattina, 15 anni dopo avere co-fondato la società, Jack Dorsey ha annunciato di avere ceduto la carica di amministratore delegato di Twitter. (Forbes Italia)

Non solo: Dorsey lascerà attorno a maggio anche il suo posto in consiglio di amministrazione, rinunciando quindi a svolgere il ruolo di presidente, o qualunque altra posizione, per “dare a Parag tutto lo spazio di cui ha bisogno”. (Wired Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr