Sorella, io ti credo: gli stupri senza giustizia raccontati dalle sopravvissute

alfemminile.com INTERNO

Nei primi nove mesi di quest'anno si sono verificate 4.416 violenze sessuali: il 92% delle vittime sono donne. Quello che accade in fase di denuncia e di processo è spesso una ulteriore violenza, per questo molte volte gli stupratori restano liberi Quasi 4500 stupri nel solo 2022 in Italia Nei primi nove mesi di quest'anno si sono verificate 4.416 violenze sessuali (+9% rispetto al 2021), il 92% delle vittime sono donne: è quanto emerge dal report interforze "Il pregiudizio e la violenza contro le donne", curato dalla Direzione centrale della polizia criminale del Dipartimento della Pubblica sicurezza. (alfemminile.com)

La notizia riportata su altri media

Sono riportati tutti i loro nomi nel report “Il pregiudizio e la violenza contro le donne” elaborato dalla Direzione centrale della polizia criminale del Dipartimento della Pubblica sicurezza. (RagusaOggi)

Una percentuale che sale al 92,9% se si prendono in considerazione solo quelli in cui il responsabile accertato ha o ha avuto una relazione sentimentale con la vittima. Wired li ha riassunti nell’infografica sottostante. (Worldmagazine)

Altissima la percentuale di vittime uccise in una relazione di coppia o in famiglia: il 45,4% delle donne è vittima del partner, il 13,4% di un ex partner. (Fanpage.it)

Numeri in leggero calo, ma che certo ancora non invertono un drammatico trend. Secondo l'ultimo rapporto sugli omicidi in Italia, sono 82 le donne uccise in ambito famigliare e affettivo nei primi nove mesi del 2022 (8 in meno rispetto allo scorso anno), 88 considerando i dati al 20 novembre, rispettivamente 42 e 52 per mano del partner o ex. (Il Sole 24 ORE)

In totale si stima che lo scorso anno siano state uccise intenzionalmente 81.100 donne e ragazze. Si tratta, secondo Sima Bahous, Direttrice esecutiva di UN Women e Ghada Waly, Direttrice Esecutiva dell'UNODC, "della più pervasiva violazione dei diritti umani". (Elle)

Realizzato dalla Direzione centrale della polizia criminale del Dipartimento della pubblica sicurezza, in collaborazione con l’Università Sapienza di Roma, il resoconto traccia un bilancio della legge sul Codice rosso entrata in vigore nell’agosto del 2019. (AMnotizie.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr