I carabinieri cercano green pass falsi e scoprono 75 chili di alimenti non tracciati, ristoratore sanzionato

corriereadriatico.it SALUTE

ontrolli nei locali: un cliente trovato senza il Green Pass: scatta.

Nel contesto dei medesimi controlli sulla sicurezza, in un ristorante della costa, i Carabinieri del Nas hanno sanzionato amministrativamente un ristoratore poiché trovato in possesso di 75 chilogrammi di alimenti privi della prevista tracciabilità.

Gli oltre 450 controlli ad attività ed avventori, coordinati dalla Prefettura del capoluogo piceno, hanno portato a comminare diverse sanzioni amministrative per mancanza di Green pass rafforzato e anche per mancato uso della mascherina. (corriereadriatico.it)

Ne parlano anche altre fonti

Gli agenti, impegnati quotidianamente (anche) nel rispetto delle misure anticovid, hanno così indagato, riscontrando, effettivamente, che nella parruccheria segnalata una dipendente non aveva il green pass. (Centropagina)

In particolare sono stati predisposti plurimi servizi nei comuni dove più avvertito è stato il fenomeno con una vigilanza dinamica e capillare delle aree residenziali insieme a posti di controllo alla circolazione stradale nei punti di accesso ed uscita di maggiore importanza A Rocca San Giovanni ed a Fossacesia i carabinieri della locale stazione hanno elevato quattro sanzioni rispettivamente a due avventori ed a due gestori di bar: agli avventori perché sorpresi al bancone privi del green pass ed ai gestori per averne permesso l’ingresso nei rispettivi locali senza averne prima accertato la regolarità… In particolare a Rocca San Giovanni l’avventore controllato si è apertamente dichiarato un _NoVax_ In contemporanea ai controlli antiCovid sono stati rafforzati i servizi preventivi contro la recrudescenza dei reati contro il patrimonio che si è verificata nelle ultime settimane. (Il Giornale di Chieti)

Di queste, 119 sono state sanzionate per violazione della normativa in tema di green pass e 42 per il mancato utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie. Le indagini degli agenti scattate subito dopo hanno portato al riscontro del mancato utilizzo del green pass per una delle. (il Resto del Carlino)

Al momento dell'arrivo degli agenti, il personale trainer stava lavorando con una cliente risultata in regolare possesso del certificato verde. Un'attività che impone il contatto ravvicinato con i clienti, considerata la tipologia di attività fisica e di conseguenza l'utilizzo di tutte le precauzioni necessarie in termini sicurezza sanitaria, tra cui l'obbligo di avere il green pass. (Prima Bergamo)

Duilio Casula. Letti aggiuntivi nei corridoi, medicherie e stanze di degenza. “Si tratta di barelle, ovvero letti sprovvisti di campanello di chiamata, erogatore di ossigeno e aspiratore e di stanza dei servizi igienici (Sardegna Reporter)

Riuniamo nella sede riqualificata di via Boito, completa di un ampio parcheggio di recente realizzazione, numerosi servizi comunali, dal sociale al tecnico. Per consentire il trasferimento, nei giorni 26, 27 e 28 gennaio gli uffici resteranno chiusi. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr