Bimba caduta dal quarto piano a Treviso: «Felice per averla salvata, ma non chiamatemi eroe»

Bimba caduta dal quarto piano a Treviso: «Felice per averla salvata, ma non chiamatemi eroe»
Per saperne di più:
La Tribuna di Treviso INTERNO

Neanche il tempo di realizzare quanto stava accadendo e la bimba ha mollato la presa ed è caduta

Così il giovane che lunedì ha afferrato al volo la bimba di 4 anni precipitata dal terrazzo di casa al secondo piano di una palazzina. TREVISO.

È così che ha alzato lo sguardo ed ha visto una bimba, penzoloni, attaccata con una mano alla ringhiera di un terrazzo al secondo piano di una palazzina.

Così il giovane trevigiano che, lunedì pomeriggio, ha salvato una bambina di 4 anni, prendendola al volo dopo essere precipitata dal terrazzo al secondo piano di una palazzina di strada Sant’Antonino. (La Tribuna di Treviso)

Su altri media

Lorenzo Tassoni l'eroe trevigiano che ha salvato la bambina caduta dal balcone a Treviso nel quartiere di Sant'Antonino. E' ancora emozionato per l'accaduto (ilgazzettino.it)

La piccola è precipitata nel vuoto e lui l'ha presa al volo, tra le braccia: se non ci fosse stato Lorenzo ad afferrarla, non avrebbe avuto scampo. Io ho detto «Chiamo il 118" ma lei ha risposto di no, che secondo lei non serviva, ed è poi scappata di sopra» (VeneziaToday)

Giovedì 23 Giugno 2022, 08:15 - Ultimo aggiornamento: 10:18. TREVISO - «Mi chiamano eroe, ma io ho fatto solo quello che dovevo. E continuo a pensare a cosa sarebbe successo se avessi mancato la presa». (ilmessaggero.it)

Lorenzo ha preso al volo la bimba caduta dal balcone: «Non sono un eroe, dovevo salvarla»

Lorenzo Tassoni e Andrea Fuentes: un addetto museale italiano e un'allenatrice spagnola di #nuoto sincronizzato. Grazie al suo formidabile intervento, la piccola è rimasta illesa e i suoi genitori hanno potuto abbracciarla dopo poco. (greenMe.it)

Ha 28 anni l’eroe che ha salvato la bimba caduta dal palazzo: “Chiunque avrebbe fatto come me” Si chiama Lorenzo Tassoni il ragazzo che ha salvato la bimba caduta dal secondo piano di una palazzina. "Quando sono arrivati i genitori, il padre si è prima accertato che la bimba stesse bene e poi mi ha abbracciato fortissimo". (Fanpage.it)

Un volo, il suo, intercettato da un giovane che passava per caso e che ha intuito ciò che stava per accadere, dopo aver visto il tablet precipitare a terra. «Mi chiamano eroe - spiega al Gazzettino Lorenzo Tassoni, 28 anni, originario di Venezia, ma residente a Treviso - ma io ho fatto solo quello che dovevo. (Gazzetta del Sud)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr