Lazio, si dimette il presidente del Consiglio regionale Buschini: il mio operato è corretto

La Stampa INTERNO

«Ho sempre lavorato nel pieno rispetto della legge, delle istituzioni e nella massima trasparenza.

«Ribadisco che la procedura è stata non solo regolare ma pienamente trasparente e ha permesso di integrare le risorse umane con personale esperto e preparato - aggiunge Buschini - Ho deciso di rassegnare le mie dimissioni da Presidente per garantire al mio successore di nominare in piena autonomia i membri della Commissione trasparenza che ho fortemente voluto e che, sono sicuro, farà luce sulla vicenda». (La Stampa)

La notizia riportata su altri media

Dopo il percorso di aula, che spero sia molto contenuto nella tempistica, sarà compito del Presidente del Consiglio Regionale, seguendo le indicazioni dei Gruppi Consiliari, nominare i membri della commissione con proprio decreto. (Adnkronos)

Cosi’ Mauro Buschini, presidente del consiglio regionale del Lazio, annuncia le sue dimissioni, facendo riferimento alla vicenda di assunzioni alla Regione Lazio. Sotto la lente le assunzioni a tempo indeterminato al Consiglio regionale del Lazio di 16 persone attinte da un bando del comune di Allumiere il 18 dicembre. (LA NOTIZIA)

Con queste parole Mauro Buschini, presidente del consiglio regionale del Lazio, ha rassegnato le sue dimissioni nella mattina di mercoledì. "Chi pensa di risolvere lo scandalo delle assunzioni alla Regione con le dimissioni del presidente del consiglio regionale Mauro Buschini, sappia che non se la caverà in questo modo (RomaToday)

Mauro Buschini si è dimesso da presidente del consiglio

“Le dimissioni del Presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mauro Buschini, assolutamente non dovute, rappresentano un grande gesto di trasparenza e di amore verso le Istituzioni (TG24.info)

Il nome di Buschini era finito al centro di un’istruttoria portata avanti da Fratelli d’Italia e ribattezzata come “concorsopoli” che sarà anche oggetto di una commissione d’inchiesta in consiglio regionale. (Il Fatto Quotidiano)

Lascia il ruolo di presidente del consiglio dopo le polemiche seguite alle assunzioni in regione attingendo dalla graduatoria del comune di Allumiere. Regione - L'esponente Pd lascia dopo le polemiche sulle assunzioni dalle graduatorie di Allumiere: "La procedura è stata non solo regolare, ma pienamente trasparente". (Tuscia Web)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr