Il lato oscuro di Instagram, adolescenti alle prese con problemi psicologici per il confronto esasperato tra…

Il lato oscuro di Instagram, adolescenti alle prese con problemi psicologici per il confronto esasperato tra…
Il Fatto Quotidiano SCIENZA E TECNOLOGIA

Seconda puntata dell’inchiesta del Wall Street Journal che ha avuto accesso ad una serie di documenti interni del gruppo Facebook.

Oggi conta oltre un miliardo di iscritti, in buona misura adolescenti, il 40% degli utenti ha meno di 22 anni.

Le funzionalità che Instagram identifica come le più dannose per gli adolescenti sembrano essere, in realtà, proprio quelle su cui è costruito il social

I documenti, scrive il Wall Sreet Journal, spiegano come su Instagram il confronto tra utenti risulti esasperato rispetto ad altre piattaforme. (Il Fatto Quotidiano)

Su altre testate

Da questo sarà possibile, seguendo questo link, o cercando il comando “crea pagina” dal profilo Facebook, aprire la propria pagina. Per Instagram non abbiamo neppure questa limitazione in quanto è tranquillamente possibile aprire un profilo professionale senza avere un profilo personale attivo. (Qdpnews)

Vi ricordate quando, durante il colpo di stato, Donald Trump era stato bandito dai social?. Ci sono davvero dei luoghi privilegiati, anche online, dove chi lavora, o semplicemente ha “guadagnato” un posto nel mondo dello spettacolo? (Android Italy)

A cura di Lorenzo Longhitano. Gli sviluppatori di Instagram stanno lavorando intensamente per rendere sempre più appetibili i loro Reel, i video brevi in formato verticale che nelle intenzioni dei gestori dovrebbero rivaleggiare con TikTok. (Tech Fanpage)

“Instagram è pericoloso per gli adolescenti”: ecco i documenti inediti

Le nuove policy arrivano quasi a equiparare questi gruppi alle fabbriche di troll con account fasulli, che vengono definiti "comportamento coordinato inautentico" ("inautentico" perché, appunto, registrano account falsi), almeno in alcuni casi, come per esempio: (HDblog)

Facebook e la lista di utenti VIP. Secondo il Wall Street Journal, Facebook sta facendo davvero dei clamorosi privilegi a coloro che vengono ritenuti degni. Si chiama Xcheck, ed è un software che permetterebbe ad alcuni utenti speciali di Facebook di eludere le regole del social. (InvestireOggi.it)

Più volte - stando a documenti interni all’azienda ottenuti dal Wall Street Journal - i ricercatori della società si sono accorti dei danni psicologici causati dal social a molti giovani. Ma la società di Mark Zuckerberg non ne ha mai parlato in pubblico (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr