Covid: analisi sul sangue dei cittadini di Wuhan del 2019

Covid: analisi sul sangue dei cittadini di Wuhan del 2019
Più informazioni:
Metropolitan Magazine ESTERI

mila campioni conservati nel centro ematologico di Wuhan per due anni sono prossimi alla scadenza.

La Cina analizzerà oltre 200 mila campioni di sangue prelevati nella città di Wuhan negli ultimi mesi del 2019, poco prima dell’esplosione della pandemia.

Dobbiamo considerare che il campionario di sangue conservato nel centro ematologico di Wuhan può essere conservato per un massimo di due anni dal prelievo. (Metropolitan Magazine )

Su altri giornali

E, se conservati correttamente, potrebbero contenere elementi cruciali dei primi anticorpi prodotti dall'uomo contro la malattia. Ciò dovrebbe contribuire a fare luce su come e quando il coronavirus responsabile sia passato dall'animale all'uomo. (RSI.ch Informazione)

e indagini sull'origine del coronavirus, che per quasi due anni ha paralizzato il mondo intero, non si fermano. La Cina ha infatti deciso di analizzare fino a 200'000 campioni di sangue di fine 2019 dei cittadini di Wuhan, stando ad un funzionario cinese citato dalla Cnn. (Ticinonline)

«Nessuno crederà ai risultati che la Cina riporterà a meno che non ci siano osservatori qualificati», ha aggiunto. I campioni di sangue in questione sono custoditi nel centro ematologico di Wuhan avvicinandosi alla scadenza dei due anni, il periodo legale di conservazione a tutela delle prove in caso di eventuali azioni legali sulla loro donazione. (Corriere del Ticino)

Covid: Cnn,Cina esaminerà campioni sangue del 2019 a Wuhan

Lo scrive la Cnn in esclusiva citando un funzionario cinese: secondo l'emittente Usa, la decisione di Pechino arriverebbe a seguito delle crescenti richieste di trasparenza sull'origine del virus.L'archivio del Wuhan Blood Center, precisa Cnn, conta 200.000 campioni tra cui quelli degli ultimi mesi del 2019, ed è stato individuato nel febbraio di quest'anno dal gruppo di ricercatori dell'Oms come una possibile risorsa chiave che potrebbe contenere informazioni utili ad aiutare a determinare quando e dove il virus è passato per la prima volta nell'uomo. (Rai News)

"Nessuno crederà ai risultati forniti dalla Cina a meno che non ci siano almeno osservatori qualificati", ha commentato Maureen Miller, professoressa di epidemiologia della Columbia University esteri. di Redazione Online/Daniele Maglie. (TG La7)

Lo scrive la Cnn in esclusiva, citando un "funzionario cinese". a Cina si appresta a esaminare fino a 200 mila campioni di sangue prelevati nella città di Wuhan prima che l'epidemia di Covid 19 esplodesse, quindi fino agli ultimi mesi del 2019, per contribuire a fare luce su come e quando il coronavirus responsabile sia passato dall'animale all'uomo. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr