Il medico che ha curato il 'paziente 1': "La lezione del Covid: eravamo felici e non lo sapevamo"

Il medico che ha curato il 'paziente 1': La lezione del Covid: eravamo felici e non lo sapevamo
L'HuffPost INTERNO

Il Policlinico “San Matteo” di Pavia riceve una telefonata dai colleghi di Codogno: “Potete accettare un paziente?

Alle prime luci dell’alba, l’équipe pavese accoglie Mattia Maestri, colui che nel nostro Paese e nel mondo sarà conosciuto come “paziente 1”, il primo italiano risultato positivo al Covid.

“Grazie all’intuizione della dottoressa Annalisa Malara, collega rianimatrice a Codogno, la sera del 20 febbraio il paziente era stato sottoposto al tampone che aveva dato esito positivo. (L'HuffPost)

Su altre fonti

Il medico che ha curato il 'paziente 1': "La lezione del Covid: eravamo felici e non lo spaevamo" (Di sabato 20 febbraio 2021) È il 21 febbraio 2020. Il Policlinico “San Matteo” di Pavia riceve una telefonata dai colleghi di Codogno: “Potete accettare un? (Zazoom Blog)

Si sarà trattato di un’oscillazione temporanea del numero di nuovi contagi oppure le cifre relative alle nuove infezioni torneranno a salire? Staremo a vedere quale sarà l’andamento epidemiologico nei prossimi giorni. (LaVoce del popolo)

Il giorno successivo viene istituita la zona rossa per 10 comuni del Lodigiano e per Vo' Euganeo Tutte le visite vengono sospese. (Tiscali.it)

Covid, un anno dalla scoperta del “paziente uno” di Codogno: dalla paura al lockdown

Una situazione incresciosa che ha costretto i sanitari della struttura privata ad allestire in fretta e furia aree depressurizzate prima del trasferimento dei contagiati all’ospedale. Dal centrosinistra sono infatti state mosse critiche al silenzio tenuto dal comitato di fronte alla vicenda di questi nuovi contagi e di una eccessiva indulgenza nei confronti della gestione Acquaroli - Saltamartini (Corriere Adriatico)

Numeri a cui vanno sommati . l'uscita dall'il 21 marzo in tempo per la nascita della figlia Giulia. PaolinaPitty : RT @SardiniaPost: Alcuni casi di variante inglese del virus sono stati sequenziati nei laboratori dell’ospedale San Francesco di Nuoro. (Zazoom Blog)

È il 21 febbraio 2020. Mattia Maestri, 38 anni, sportivo, manager, da qualche giorno ricoverato in ospedale, è il primo paziente italiano positivo al coronavirus. Il Comune di Codogno chiude bar e ristoranti e in meno di 72 ore viene isolata, l’Esercito la circonda e viene dichiarata la prima zona rossa in Italia. (LaC news24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr