Bonus restauro 2022: in cosa consiste e a chi è destinato

idealista.it/news ECONOMIA

Autore: Redazione. Il bonus restauro 2022 entra nel vivo.

Possono beneficiare del bonus restauro 2022 le persone fisiche che detengono a qualsiasi titolo gli immobili agevolabili, per gli interventi autorizzati, a condizione che il fabbricato non sia utilizzato nell'esercizio di impresa.

Si tratta di un'agevolazione per gli edifici storici pari al 50% delle spese sostenute nel 2021 e 2022 per la manutenzione, la protezione o il restauro. (idealista.it/news)

Ne parlano anche altri media

Il 2022 sarà anche l’anno del bonus mobili, con un tetto di spesa fino a 10mila euro. Dal 110% al Sismabonus, termini e dettagli di tutte le agevolazioni sulla casa per il 2022. Dal bonus facciate al bonus 110, proviamo a fare il punto sulle agevolazioni fiscali che serviranno per ristrutturare casa o per comprare una nel 2022. (Irpinia TV)

Una panoramica su come cambiano i bonus edilizi nel 2022 è offerta anche nel video YouTube di ACCA software:. [embedded content]. Cosa cambia per i bonus edilizi 2022, dopo l’entrata in vigore del DL Antifrode? Tra i bonus edilizi quello che ha risentito maggiormente dello scostamento di bilancio è stato il bonus facciate. (NEWS110)

Il “bonus facciate”, a partire dalle spese sostenute dal 1° gennaio 2022, scende dal 90 al 60 per cento, mentre viene confermato anche il “bonus verde” per la sistemazione dei giardini, nella misura del 36 per cento su un tetto di spesa fissato a 5.000 euro. (MySolution)

Ma le modifiche apportate dalla Legge di Bilancio 2022 non. rappresentano una “interpretazione autentica” delle norme contenute. nel Decreto Antifrode 157/2021 (Decreto antifrode) ha previsto un. particolare regime per i bonus edilizi che vengono fruiti mediante. (NEWS110)

Solo dal 1° gennaio 2022, data di entrata in vigore della legge di bilancio 2022, è possibile non accompagnare la comunicazione di cessione dei crediti d’imposta dall’attestazione di congruità delle spese e dal visto di conformità (articolo 121, comma 1-ter, Dl 34/2020). (Commercialista Telematico | Software fiscali, ebook, formulari e videoconferenze accreditate)

E non c’è nulla che si possa fare per sfuggire alla tagliola dei controlli per le spese del 2021. L’abrogazione del DL 157, infatti, è scattata con l’entrata in vigore della legge di Bilancio, ossia a partire dal 1° gennaio 2022, non prima. (Ediltecnico.it - il quotidiano online per professionisti tecnici)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr