Controlli ai distributori in Maremma, multe per violazione sulla trasparenza dei prezzi e colonnine irregolari

gonews ECONOMIA

Alcune segnalazioni dei cittadini e l'impennata dei prezzi dei carburanti hanno portato, negli ultimi mesi, a controlli nei distributori di carburante.

Sono sei i distributori in cui i finanzieri hanno riscontrato irregolarità riguardo alla pubblicazione dei prezzi del carburante e l'omessa comunicazione al Ministero dello Sviluppo Economico.

Le fiamme gialle hanno verificato i distributori presenti su tutto il territorio della Maremma, da Follonica a Capalbio passando dal capoluogo, compresi i comuni interni. (gonews)

Ne parlano anche altri media

Grosseto, 16 ottobre 2021 - Rilevate diverse violazioni sulla trasparenza dei prezzi e in alcuni casi colonnine e carburante irregolari nei controlli della guardia di finanza di Grosseto a distributori di carburante in città e nella provincia, attività innescata dopo segnalazioni da parte di cittadini e a causa dell'impennata dei prezzi, fenomeno che necessita di attenzione. (LA NAZIONE)

Da parte di tutti la sensibilità è quindi molto alta laddove si verifichino irregolarità e comportamenti scorretti. In un caso, lo stesso gasolio erogato, alle successive analisi chimiche, è risultato anche non conforme e non idoneo quale carburante (Grosseto Notizie)

Boom di nuovi clienti anche nello stabilimento di Casabianca, sulla Statale, sempre di Cardinali, dove il metano costa 1,049 euro. La provenienza. Qui, oltre agli habitué, si riversano soprattutto gli automobilisti del Maceratese: Civitanova e Morrovalle, in particolare (Corriere Adriatico)

Rilevate violazioni sulla trasparenza dei prezzi e colonnine irregolari. Controlli ai distributori di carburante in tutta la provincia. (Maremmanews)

Impennata dei prezzi e segnalazioni da parte dei cittadini: i finanzieri del comando di Grosseto stanno controllando a tappeto i distributori di carburante di tutta la provincia. Durante altri controlli, le fiamme gialle hanno invece rilevato che due distributori avevano colonnine con totalizzatori che indicavano erogazioni differenti dall’effettivo rifornito. (LA NAZIONE)

L’Umbria, con poco meno di un milione di abitanti, ne conta 48, poco meno dell’Isola Un esempio lampante è la rete di pompe del metano, un mercato ormai presente da decenni, ma che non è riuscito a trovare lo spazio necessario. (Quotidiano di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr