Il Codacons diffica Ministero della Salute e Asp: “Troppa confusione sui morti per covid e i non covid”

Il Codacons diffica Ministero della Salute e Asp: “Troppa confusione sui morti per covid e i non covid”
RagusaOggi INTERNO

Il Codacons diffica Ministero della Salute e Asp: “Troppa confusione sui morti per covid e i non covid”. Condividi su:. Sul numero dei decessi legati al Covid e sulle cause che hanno determinato la morte degli italiani da inizio pandemia ad oggi il Codacons ha presentato una diffida e una istanza d’accesso all’Istituto Superiore di Sanità, al Ministero della Salute e alle ASP di tutta la Sicilia, chiedendo di ottenere una serie di documenti finalizzati a chiarire alcuni aspetti su cui ancora oggi manca trasparenza. (RagusaOggi)

La notizia riportata su altri media

Al fine di contenerne ed attenuarne l'impatto è importante, secondo gli esperti, “continuare a mantenere l'incidenza a valori che permettano il sistematico tracciamento della maggior parte dei casi” (Sky Tg24 )

In Veneto 788 nuovi casi e 14 decessi. Scende ancora la curva dei contagi Covid in Veneto, che registra 788 nuovi positivi nelle ultime 24 ore e 14 decessi. Purtroppo, si registrano 17 nuovi decessi. (Il Sole 24 ORE)

Secondo i dati della Task force vaccini della Regione Siciliana, inoltre, in provincia di Agrigento sono state 3.224 le dosi somministrate, a Trapani 2.859, a Siracusa 2.382, a Ragusa 2.197, a Caltanissetta 1.454 e a Enna 1.174. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

Coronavirus, solamente 3 decessi e 23 contagi

La suddivisione dei nuovi casi nelle province è la seguente: Palermo 357, Catania 193, Messina 93, Siracusa 106, Trapani 14, Ragusa 102, Caltanissetta 51, Agrigento 60, Enna 24. L'incidenza dei nuovi casi su 100 mila abitanti negli ultimi 7 giorni scende a 140. (CataniaToday)

Diversamente da quanto emergeva dalle prime anticipazioni del monitoraggio Iss, il dato sulla pandemia nel periodo 18-25 aprile (quello preso in esame dall’Istituto Superiore di Sanità) vede una lieve risalita dell’indice Rt in Italia a 0.85, mentre cala l’incidenza dei casi su 100mila abitanti. (Il Sussidiario.net)

Nel settore delle residenze per anziani non sono stati rilevati casi di positività né tra le persone ospitate nelle strutture regionali né tra gli operatori chi vi lavorano. I decessi registrati sono tre, i ricoveri nelle terapie intensive sono 34, mentre quelli in altri reparti risultano essere 217. (UdineToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr