Auto: mercato ancora a picco, immatricolazioni a maggio -49,61%

Yahoo Finanza Yahoo Finanza (Economia)

Il volume globale delle vendite (306.678 macchine) ha quindi interessato per il 32,51% auto nuove e per il 67,49% usate.

(askanews) - Il mercato dell'auto continua a precipitare per la crisi del coronavirus.

Su altre fonti

E’ questo lo sconvolgente risultato fatto registrate del mercato automobilistico italiano in maggio, cioè nel primo mese di riapertura delle concessionarie auto dopo un bimestre di chiusura. Le immatricolazioni sono state 451.366 con un calo sul 2019 del 50,5% e di ben 459.506 autovetture. (Car Carrozzeria)

Da una parte la crisi determinata dal Covid, dall’altra l’indifferenza del Governo: il mercato dell’auto trae beneficio dalla fine del lockdown, ma come prevedibile a maggio 2020 i numeri sono ancora negativi. (Fleet Magazine)

Il mercato auto a Maggio 2020 non riesce a riprendersi dai danni causati dall’emergenza coronavirus, e anche con la riapertura dei concessionari, si registra un altro crollo con un -50% rispetto allo stesso periodo del 2019. (Quotidiano Motori)

Si cercano delle vere e proprie soluzioni per cercare di arginare quanto prima questa crisi senza eguali. Michele Crisci, presidente dell’Unrae, continua a ribadire, come nei mesi scorsi, che questa crisi per il mercato auto non ha precedenti e che il calo degli ordini di maggio è minore del 60% rispetto a un anno fa. (Virgilio Motori)

Ad aprile le vendite erano state quasi azzerate con un -97,55% mentre a marzo avevano segnato un drastico -85,39%. (askanews) - Il mercato dell'auto continua a precipitare per la crisi del coronavirus. (Yahoo Finanza)

ontinua a restare sotto pressione il mercato auto italiano, anche se mostra segnali di recupero rispetto a marzo e aprile. Dopo il -85,42% di marzo e il -97,55% fatto registrare nel mese di aprile, a maggio 2020 le immatricolazioni auto in Italia sono scese del 49,61% rispetto allo stesso mese del 2019: 99.711 unità contro 197.881 unità dello scorso anno. (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.