Primo medico pugliese con terza dose anti Covid e antinfluenzale: "Un anno fa era solo speranza, oggi c'è certezza efficacia"

Primo medico pugliese con terza dose anti Covid e antinfluenzale: Un anno fa era solo speranza, oggi c'è certezza efficacia
l'Immediato SALUTE

Oggi è la prima a sottoporsi alla co-somministrazione della terza dose del vaccino anti-Covid, il richiamo dopo quasi un anno, e sull’altro braccio del vaccino antinfluenzale.

Oggi ho la certezza che quella adesione c’è stata e ho la riprova che il vaccino è efficace.

E’ una pratica sicura che non compromette né l’efficacia del vaccino, né determina una maggiore frequenza di effetti collaterali”

La dottoressa Lidia Dalfino fu la la prima pugliese, il 27 dicembre 2020, a ricevere la prima dose del vaccino anti-Covid, nel Policlinico di Bari (l'Immediato)

Ne parlano anche altre fonti

Tra i vaccinati di oggi, in particolare, sono 967 i 12-15enni, 1.857 i 16-29enni, 1.547 i trentenni, 1.590 i quarantenni, 1.234 i cinquantenni, 328 i sessantenni, 125 i settantenni, 461 gli estremamente vulnerabili e 4.018 gli over80. (LaGuida.it)

Al via le terze dosi per over 80 e ospiti e operatori CRA. Alle 16 di oggi pomeriggio sono in totale 15.055 le terze dosi già erogate in Emilia-Romagna: l’azienda sanitaria ad averne somministrate di più è quella della Romagna(4.754), a seguire Reggio Emilia (4.207), Bologna (2.598), Ferrara (1.120), Parma (884),Modena (660), Piacenza (554) e Imola (278). (rimininotizie.net)

Nei giorni scorsi dal portale Salute Lazio hanno annunciato il cambio di marcia anche verso la terza dose del vaccino anti covid. Tutti coloro che hanno ricevuto la seconda dose del vaccino prima del’11 aprile e hanno più di 60 anni, dunque, possono procedere a prenotarsi per ricevere quella addizionale, la terza (h24 notizie)

Terza dose di vaccino Covid: a breve in FVG anche per gli over 60

L’Organizzazione mondiale dela Sanità ha dato il via libera alla somministrazione del vaccino antinfluenzale e anticovid insieme: la scelta è stata dettata dai dati raccolti fino a questo momento e anche in base alle notizie provenienti da alcuni paesi, come gli Stati Uniti, che hanno già iniziato a eseguire questo tipo di somministrazione con le dosi booster. (MedicinaLive)

Lo comunicano il presidente e l’assessore alla Sanità della Regione Piemonte. Sono in tutto 168.000 persone (esclusi gli immunodepressi, che sono stati i primi a partire con la terza dose). (TorinoSud)

– 10.30 – La platea dei beneficiari della terza dose si allarga ancora: dopo i fragili e gli over 80, ora l’Ema, l’agenzia europea per i medicinali, ha autorizzato il via libera per gli over 60 in generale; un’indicazione prontamente riecheggiata dal Ministero della Salute. (TRIESTEALLNEWS)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr