Mediaset, via libera dei soci al trasferimento in Olanda

la Repubblica ECONOMIA

Il 95,57% delle azioni rappresentate ha votato a favore della proposta.

L'assemblea straordinaria di Mediaset ha approvato il trasferimento della sede legale della società in Olanda da realizzarsi mediante adozione della forma giuridica di una naamloze vennootschap regolata dal diritto olandese e di un nuovo statuto.

Una mossa che anche il socio Vivendi aveva anticipato di avallare, dopo l'accordo con il quale la famiglia Berlusconi e il gruppo del finanziere Bolloré hanno deposto le armi dopo una lunga guerra finanziaria e legale. (la Repubblica)

Ne parlano anche altre fonti

Al ministero dello Sviluppo economico ci hanno garantito velocità e incisività e confidiamo nel loro impegno” Quattro trimestri in sequenza positiva sono una chiara dimostrazione della resilienza e della solidità della posizione competitiva di mediaset sul mercato”. (Engage)

L’assemblea dei soci ha approvato il trasferimento della sede legale della società, che avverrà – si legge in un comunicato – “tramite l’adozione della forma giuridica di una naamloze vennootschap regolata dal diritto olandese e di un nuovo statuto”. (Forbes Italia)

E' quanto ha affermato il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri nell'intervento all'assemblea annuale del gruppo televisivo, che ha approvato, tra l'altro, il trasferimento della sede legale in Olanda, passo che Mediaset ritiene propedeutico al perseguimento di un piano di crescita internazionale. (Yahoo Finanza)

COSA HA DETTO CONFALONIERI. Nelle parole di Confalonieri, Mediaset “punta a un sistema in grado di rispondere alla necessità di trovare una piattaforma societaria neutrale e sovranazionale, adeguata alla realizzazione di un progetto con questa ambizione”. (Startmag Web magazine)

La scelta di trasferire la sede legale di Mediaset in Olanda "è volta a collocare la sede della societa' in una giurisdizione che, per diversi motivi, risulta ideale allo scopo, come dimostrano i numerosi trasferimenti proprio in Olanda della sede di molti gruppi, anche italiani, a vocazione straordinaria". (IL GIORNO)

Non si sviluppano nuovi ricavi, si tagliano vecchi costià in sostanza, si guadagna tempo, ma non si dà risposta strategica e di lungo periodo". Secondo Confalonieri ci sono due opzioni possibili per arrivare a una crescita industriale. (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr