Mascherine tolte alle Rsa e corruzione: blitz Dda all'alba, arrestato il sindaco di Opera

Mascherine tolte alle Rsa e corruzione: blitz Dda all'alba, arrestato il sindaco di Opera
IL GIORNO INTERNO

Le indagini hanno così fatto emergere come, nell`arco temporale febbraio-ottobre 2020, il primo cittadino di Opera, con l`adesione incondizionata della dirigente dell`Ufficio Tecnico e l`accondiscendenza di alcuni funzionari e consulenti dell`Ente, avrebbe sistematicamente interferito in alcune procedure di gara bandite dal Comune per orientare l`assegnazione di lavori pubblici in favore di imprenditori conniventi, ricevendo da questi ultimi sostanziose utilità. (IL GIORNO)

La notizia riportata su altre testate

Nell'inchiesta, coordinata dalla Dda di Milano, il primo cittadino avrebbe anche, nei primi mesi della pandemia, distribuito a stretti congiunti e a dipendenti comunali circa 2mila mascherine chirurgiche che la Città Metropolitana e la Protezione Civile avevano destinato agli anziani delle Rsa e farmacia comunale. (Fanpage.it)

O, come scrive il gip, un "inquinamento procedurale generalizzato di tuto il settore comunale degli appalti" Gli ennesi Giovanni Marino e Giuseppe Corona, 40 e 51 anni soci della Marino Costruzioni. (La Repubblica)

Siamo qua perché ci sono i carabinieri che stanno svolgendo le loro attività -: è stupito, sorpreso e deluso Ettore Fusco, l'esponente leghista per dieci anni sindaco di Opera, ed ora vicesindaco di Ho letto cose assurde, che non c'entrano con la città di Opera. (7giorni)

Mascherine tolte alle Rsa per darle ai dipendenti comunali: arrestato sindaco di Opera

All’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Milano su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Milano, che ha coinvolto le province di Milano, Lodi, Brescia, Varese e Messina, è stata data esecuzione dai Carabinieri del Comando provinciale di Milano nelle prime ore della mattinata. (LegnanoNews)

Il riferimento è al periodo marzo- aprile 2020, dunque in pieno lockdown quando scarseggiavano ancora le forniture di mascherine. Gli arresti sono stati eseguiti dai carabinieri nelle province di Milano, Lodi, Varese e Messina. (L'Ecodelsud.it)

Oltre che il primo cittadino di Opera, i carabinieri del Comando Provinciale di Milano hanno arrestato anche la dirigente dell’Ufficio Tecnico del Comune e tre imprenditori del settore edile. Nei mesi più bui dell’emergenza covid per la Lombardia, il sindaco di Opera, Antonino Nucera, avrebbe tolto la fornitura di 2000 mascherine alle Rsa e alle farmacie per destinarle a stretti congiunti e dipendenti comunali. (Notizie.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr