Dove c’è seggio, c’è Sgarbi: è (anche) assessore in pectore nella eventuale giunta Michetti

Dove c’è seggio, c’è Sgarbi: è (anche) assessore in pectore nella eventuale giunta Michetti
Approfondimenti:
Il Fatto Quotidiano INTERNO

Dal 2012 a oggi il critico d’arte è stato assessore a Baldissero d’Alba, a Urbino, a Cosenza, alla Regione Siciliana.

Vale la pena ricordare che negli ultimi dieci anni Sgarbi è stato candidato a diverse tornate elettorali in tutta Italia e ha ricoperto numerosi incarichi politici che raramente ha mantenuto fino a fine mandato.

Michetti aveva appena finito di dire che Sgarbi “ha un profilo altissimo e il mio ruolo sarà di servizio, non di comando. (Il Fatto Quotidiano)

Ne parlano anche altri media

E' la domanda che Matteo Salvini, leader della Lega, pone sui social in relazione alle elezioni comunali di Roma. Ieri, nel vertice del centrodestra sulle candidature, Sgarbi avrebbe proposto ai leader della coalizione di prendere in esame oltre al tandem sindaco-vice, anche la necessità di indicare un assessore alla Cultura per Roma, così come per Milano. (Adnkronos)

L’idea di questa pazza della Raggi di fare uno stadio con i grattacieli basterebbe per renderla inabile di fare il sindaco, è incapace di intendere e di volere" Io ha dato la mia disponibilità, ritirando la mia candidatura, a fare l’Assessore alla Cultura dove non temo rivali. (Sky Tg24 )

E poi, vede: a Parigi si va a vedere il Louvre, a Roma no. C’è solo da scegliere da dove cominciare? (L'HuffPost)

Comunali, intesa nel centrodestra: a Roma corre Michetti. Con lui Matone e Sgarbi

O Michetti o Matone per Roma e poi altri due nomi di peso tra cui il mio come nome di assessore alla Cultura". Se Sgarbi farà l’assessore alla Cultura abbiamo un tridente, Michetti, Matone, Sgarbi", ha affermato il leader della Lega al termine del tavolo del centrodestra al palazzo dei gruppi della Camera. (Liberoquotidiano.it)

Il critico d'arte avrebbe proposto ai leader della coalizione di prendere in esame oltre al tandem sindaco-vice, anche la necessità di indicare un assessore alla Cultura per Roma, così come per Milano. (Adnkronos)

Sindaco Roma, è Michetti l'alfiere della destra: «Tornare Caput Mundi con competenza e visione». . Il logo. . Il primo ad uscire dalla riunione è stato proprio colui che ha aperto: Matteo Salvini. Avendo di fatto scelto il candidato sindaco per Roma, che piace anche a Fabio Rampelli, la Meloni lascia a Salvini la proposta per Milano. (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr