Borsa Italiana, le ipotesi per la vendita e il possibile Golden Power

Borsa Italiana, le ipotesi per la vendita e il possibile Golden Power
Teleborsa Teleborsa (Economia)

Il suo ombrello copre ora un'ampia lista di settori, fra cui banche assicurazioni e mercati finanziari.Ilha da tempo acceso i riflettori sul caso Borsa SpA.

Erano in campo anche nel 2007, quanto LSE vinse la partita fra i due contendenti e soffiò il mercato italiano ai francesi ed ai tedeschi.

Se ne è parlato anche su altri giornali

A preoccupare è in particolare la possibile cessione di Mts, con lo scorporo dal resto della Borsa Italiana. La cessione di Borsa italiana sarebbe una delle "compensazioni" offerte per rassicurare Bruxelles (QUOTIDIANO.NET)

Copasir e M5s: “Il governo intervenga” (Di venerdì 31 luglio 2020) La Borsa italiana è ufficialmente in vendita. London Stock Exchange, che la controlla dal 2007, ha confermato infatti di aver “avviato discussioni esplorative” che “potrebbero tradursi in una vendita della quota in Mts o potenzialmente nel gruppo Borsa italiana nel suo insieme” per ottenere il via libera alla fusione programmata con il gruppo Refinitiv. (Zazoom Blog)

La Borsa di Londra (Lse) ha annunciato che potrebbe considerare la vendita di parte o di tutto il gruppo Borsa Italiana per avere il via libera all’acquisizione del provider di dati finanziario. (Yahoo Finanza)

Volpi (Copasir): “Importante sia Italia a decidere”. Se l’uscita (anche solo parziale) di London Stock Exchange group è data per sicura, più incerto è il futuro di Borsa Italiana. Lse mette in vendita Borsa Italiana. (Il Primato Nazionale)

Borsa Italiana in vendita: la conferma. Il London Stock Exchange ha confermato di aver avviato delle trattative volte alla cessione o della quota in MTS - la piattaforma dei titoli di Stato tricolori - o dell’intera Borsa Italiana, perimetro comprendente MTS, Piazza Affari ed Elite. (Money.it)

Storicamente, gli interessati sono due: Euronext, la società che gestisce le piazze di Parigi, Amsterdam, Bruxelles e Lisbona, e Deutsche Boerse, che controlla la Borsa di Francoforte. Le due società erano in campo anche quando LSE, con uno scatto felino, soffiò loro l’affare nel 2007, rilevando Borsa Italiana e tutti i suoi asset. (QuiFinanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr