Borse europee in rosso. Non Piazza Affari anche grazie al recupero di Tim

Milano Finanza ECONOMIA

In verde anche i future oltreoceano con il Dow Jones in rialzo dello 0,34% e l'S&P dello 0,44%.

A Piazza Affari stabili i bancari: Banco Bpm +0,36%, Banca Mps +0,29%, Unicredit +0,06%, Banca Carige -0,01%, Intesa Sanpaolo -0,28%.

Bene Tim (+1,29%) dopo i cali recenti, mentre Landi Renzo cede a qualche presa di profitto e segna un -3% in seguito al rally da +9,45% della vigilia.

In salita Fineco anche (+1,31%), DiaSorin (+1,23%) e Ferrari (+1,24%) In fondo al listino Saipem (-1,91%), Eni (-1,15%), Leonardo (-0,81%) e Moncler (-0,69%)

Sulla stessa scia anche l'oro che tratta a 1.823 dollari l'oncia in calo dello 0,22%. (Milano Finanza)

Ne parlano anche altre fonti

SETTE SEGNALI DA CONTROLLARE. Il 2022 proseguirà in questo modo? L’inizio del 2022 non è stato semplice per gli investitori azionari, impensieriti soprattutto da questi tre fattori. (Investing.com)

Quindi in teoria la Borsa italiana ha maggiori margini di apprezzamento insieme alla Borsa spagnola, anch’essa ancora lontana dai massimi assoluti Sui listini europei e sulla Borsa italiana si sta verificando un fenomeno che non si vedeva da tempo. (Proiezioni di Borsa)

Potrebbe essere alle porte un nuovo scenario toro sui mercati europei e la Borsa italiana. I tre indici di Wall Street nella seduta di martedì 19 hanno accusato pesanti ribassi. Secondo alcuni analisti potrebbe essere iniziato il travaso dei capitali da Wall Street alle Borse europee con maggiore potenziale di crescita. (Proiezioni di Borsa)

Il rendimento dei Treasury decennale continua ad avvicinandosi alla soglia del 2% arrivando a 1,877%, al record dal gennaio del 2020. Vendite diffuse a Piazza Affari in scia ai ribassi di Wall Street e dei listini asiatici. (Finanzaonline.com)

Tra i titoli in evidenza:. Non si placa la pressione su Telecom Italia (MI: ), appesantita dall'incertezza sulle strategie del gruppo e dall'affievolirsi della prospettiva di un'offerta pubblica di Kkr. (Investing.com)

Milano, 21 gen. (LaPresse) – A pochi minuti dall’apertura delle contrattazioni, il titolo di Netflix crolla del 22,08% a 396 dollari, dopo il risultato deludente della sua ultima trimestrale (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr