Risposta ai vaccini anti Covid 19: efficaci già dopo la prima dose

Risposta ai vaccini anti Covid 19: efficaci già dopo la prima dose
Il Giornale di Chieti SALUTE

I Ricercatori della “d’Annunzio” monitoreranno nei prossimi mesi queste cellule per comprendere per quanto tempo ancora la copertura vaccinale perdurerà.

Contemporaneamente sarà strettamente monitorata la risposta anticorpale e cellulare alla somministrazione della terza dose

Arrivano dall’Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio” di Chieti-Pescara i dati relativi al monitoraggio della risposta ai vaccini. (Il Giornale di Chieti)

Ne parlano anche altri giornali

Complessivamente sono state effettuate 4.177.093 vaccinazioni con prima dose, 3.656.332 con seconda dose e 50.944 con terza dose. Le somministrazioni sono state, in totale, 7.884.369. (Regione Campania)

– 10.30 – La platea dei beneficiari della terza dose si allarga ancora: dopo i fragili e gli over 80, ora l’Ema, l’agenzia europea per i medicinali, ha autorizzato il via libera per gli over 60 in generale; un’indicazione prontamente riecheggiata dal Ministero della Salute. (TRIESTEALLNEWS)

Sono in tutto 168.000 persone (esclusi gli immunodepressi, che sono stati i primi a partire con la terza dose). Anche in questo caso le convocazioni dovranno tenere conto del fatto che siano passati almeno 180 giorni tra seconda e terza dose. (https://ilcorriere.net/)

Al via la vaccinazione con terza dose nei presidi residenziali per anziani

L’Organizzazione mondiale dela Sanità ha dato il via libera alla somministrazione del vaccino antinfluenzale e anticovid insieme: la scelta è stata dettata dai dati raccolti fino a questo momento e anche in base alle notizie provenienti da alcuni paesi, come gli Stati Uniti, che hanno già iniziato a eseguire questo tipo di somministrazione con le dosi booster. (MedicinaLive)

Il dato fa riferimento alla giornata odierna, domenica 10 ottobre (dato delle ore 18). Tra i vaccinati di oggi, in particolare, sono 967 i 12-15enni, 1.857 i 16-29enni, 1.547 i trentenni, 1.590 i quarantenni, 1.234 i cinquantenni, 328 i sessantenni, 125 i settantenni, 461 gli estremamente vulnerabili e 4.018 gli over80. (LaGuida.it)

cronaca. Sono complessivamente 6.108 in Umbria gli ospiti e gli operatori dei presidi residenziali per anziani che, a partire da lunedì 11 ottobre, riceveranno la terza dose di vaccino anticovid: lo rende noto l’Assessorato regionale alla Salute, spiegando che la somministrazione del vaccino nelle residenze per anziani prenderà il via in tutti i distretti in maniera autonoma e con il contributo dei team della Difesa. (OrvietoNews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr