Genova, Bassetti a Telenord: "Sul green pass rafforzato sembravo un visionario, alla fine avevo ragione"

Genova, Bassetti a Telenord: Sul green pass rafforzato sembravo un visionario, alla fine avevo ragione
Telenord.it INTERNO

Una scelta che allieta il professor Matteo Bassetti, direttore della clinica di malattie infettive del San Martino: "Ne parlavo da mesi e sembravo un visionario quando dicevo che i tamponi servivano a poco e che serviva una stretta di questo tipo sul green pass, ma alla fine avevo ragione io.

Anche per la terza dose ci sono sviluppi importanti, con il richiamo che si potrà fare dopo 5 mesi e non 6: "L'importante è che la finestra sia ridotta principalmente per i soggetti fragili, non facciamo la corsa alla terza dose per i 40enni che possono aspettare: non creiamo imbuti. (Telenord.it)

La notizia riportata su altri media

Prima di pensare alle terze dosi per i quarantenni dobbiamo accelerare per far fare le terze dosi ad anziani e fragili, anche contattandoli direttamente. Io sono stato il primo a chiamarlo super Green pass, in un’intervista a Porta a Porta. (La Rampa)

"Le possibili nuove misure sulla restrizione del Green pass e l’estensione dell’obbligo vaccinale per alcune categorie, che potrebbero arrivare oggi, credo che siano l’unica strada percorribile visto che le vaccinazioni si sono un po' fermate nell’ultimo mese e mezzo. (Corriere dell'Umbria)

Io sono stato il primo a chiamarlo super Green pass, in un’intervista a Porta a Porta. Bassetti Green pass. (Tag24 - Radio Cusano Campus)

Bassetti: “Introdurre subito il Super green pass, serve per non andare in zona gialla”

Sulla terza dose afferma che “la dose booster prende gli anticorpi che si sono andati a nascondere in qualche parte del nostro organismo e li riporta fuori. Io sono stato il primo a chiamarlo super Green pass, in un’intervista a Porta a Porta. (Dire)

Sul vaccino antinfluenzale e la terza dose, conclude Bassetti, “possono anche essere fatti nella stessa giornata” Chi non ha avuto effetti collaterali gravi con le prime due dosi difficilmente li avrà con la terza dose. (ilMetropolitano.it)

“Mi auguro che sia molto rigoroso e che non venga fatta la solita cosa all’italiana. Questa è una misura che serve per non andare in zona gialla”. (Liguria24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr