Vaccino AstraZeneca, “nessun rischio di trombosi con seconda dose”

Quotidiano di Sicilia ECONOMIA

I soggetti che hanno ricevuto la prima dose del vaccino AstraZeneca senza sviluppare eventi di trombosi rare “non presentano controindicazione per una seconda somministrazione del medesimo tipo di vaccino”.

Il Cts rassicura i soggetti che hanno ricevuto la prima dose di AstraZeneca e che a breve dovranno ricevere la seconda.

Le trombosi rare risultano infatti essersi verificate solo dopo la prima dose. (Quotidiano di Sicilia)

La notizia riportata su altre testate

13.834):. CAREGIVER 518. DISABILE 104 art.3 comma3 260. FARMACISTI 30. 11. PERSONA FRAGILE 2727. PERSONALE SCOLASTICO 5965. PROTEZIONE CIVILE 418. SOSTITUTO ASTRAZENECA 201. SOSTITUTO PFIZER 52. ULTRAOTTANTENNE 2549. (PescaraPost)

Stiamo parlando di circa 3,3 milioni di persone su oltre 10,5 milioni tra i 70 e gli 89 anni Questo perché, al di là degli annunci, il piano è ancora molto in ritardo sulla tabella di marcia. (Il Primato Nazionale)

Vaccino Covid AstraZeneca, Ema: nessun fattore di rischio specifico. Da settimane il vaccino Covid AstraZeneca è oggetto di dibattito, e gli enti che si occupano della sicurezza del farmaci, come Ema e Aifa, hanno rivisto più volte il loro parere sul farmaco, modificando il foglietto illustrativo che specifica effetti collaterali ed eventuali sintomi da tenere d’occhio dopo la somministrazione. (L'Occhio)

Il vero problema sta nella gestione dei consigli di somministrazione del vaccino AstraZeneca che ha via via portato i pazienti a vestire i panni dei medici «Ho visto con i miei occhi una figlia rifiutare questo vaccino per i genitori – racconta Stefania Centorame - La mia opinione è che non bisogna avere paura». (ilgazzettino.it)

Al secondo livello, gli stati acquistano le dosi secondo i quantitativi e le condizioni fissate negli accordi. La responsabilità contrattuale di AstraZeneca comunque non potrà ricevere protezione dall’applicazione di interpretazioni mutuate dalla common lawal concetto di best reasonable efforts, dovendo il giudice civile belga applicare, nel caso di specie, solo la propria legge (Lavoce.info)

La media delle somministrazioni di vaccini in Italia tra il 28 aprile e il 4 maggio, sulla base dei dati aggiornati, è di 433.655 dosi inoculate al giorno. Siamo quindi sotto alle 500.000 promesse dal commissario Francesco Paolo Figliuolo. (La Verità)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr