Il tribunale conferma il carcere per Navalny

Il tribunale conferma il carcere per Navalny
Ticinonews.ch ESTERI

Un tribunale di Mosca ha confermato che l’oppositore Alexei Navalny dovrà rimanere in carcere perché accusato di non aver rispettato le norme della sospensione condizionale della pena concessagli per una vecchia e controversa condanna.

Lo riporta la testata online Meduza

La corte ha tuttavia ridotto di un mese e mezzo il periodo di carcerazione di due anni e otto mesi tenendo conto dei mesi trascorsi ai domiciliari. (Ticinonews.ch)

La notizia riportata su altre testate

Navalny è stato arrestato non appena è tornato in Russia dalla Germania, dove è stato curato per un presunto avvelenamento per il quale si sospettano i servizi segreti del Cremlino. Il processo per diffamazione riguarda invece un 94enne che compare in un video promosso dal Cremlino sulla riforma costituzionale che, tra le altre cose, ha cancellato per Putin il limite di due mandati presidenziali consecutivi. (Corriere del Ticino)

Le circostanze del reato. Per la corte Navalny ha umiliato e insultato tutti quei veterani che quell'uomo rappresentava. La procuratrice Frolova. In una dichiarazione la procuratrice del tribunale di Mosca Ekaterina Frolova ha ribadito che "Anche nel 2016 Navalny aveva violato (le condizioni della sospensione della pena) sicuramente più di 10 volte. (Notizie - MSN Italia)

Fornito da AGI. AGI - Il tribunale russo ha confermato questa mattina la sentenza a carico dell'oppositore Aleksei Navalny, che resta quindi in carcere. Navalny affronta oggi anche un'altra sentenza, nell'ambito di un secondo procedimento penale aperto a suo carico con l'accusa di diffamazione di un veterano di guerra. (Notizie - MSN Italia)

Navalny resta in carcere, condannato anche per diffamazione. Cita la Bibbia e Harry Potter

Magari invece del cobalto trova un filone d'oro, oppure un giacimento di diamanti. È quello che può accadere nella Repubblica democratica del Congo. (Yahoo Notizie)

Detto ciò, “Non rimpiango di essere rientrato a Mosca” Questa volta lo ha fatto con riferimenti che spaziano dalla Bibbia alla saga di Harry Potter fino alla sitcom Rick and Morty. (L'HuffPost)

In una sentenza che di fatto lo porterà in una colonia penale nella parte occidentale della Russia per due anni e mezzo. “Vivere è rischiare tutto, altrimenti non si è che masse inerti di molecole trascinate dall’universo”, ha proseguito, rivolgendosi poi a giudici e procuratori (Cronachedi.it - Il quotidiano online di informazione indipendente)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr