Tragedia al campo estivo, almeno 100 ragazzi coinvolti

Tragedia al campo estivo, almeno 100 ragazzi coinvolti
Fidelity Donna INTERNO

Una volta giunti a casa alcuni dei ragazzi si sono presentati spontaneamente agli Spedali Civili di Brescia.

Come ogni anno la cronaca è purtroppo piena di incidenti che accadono sul nostro litorale italiano, da Nord a Sud.

“Pensiamo sia improbabile si tratti di legionella, visto che i gruppi che sono stati nella struttura in precedenza non hanno avuto problemi

100 giovani in ospedale. Secondo quanto si apprende dalla stampa locale e nazionale, un centinaio tra ragazzi ed educatori sono stati portati in ospedale mentre stavano partecipando ad un campo estivo a Bormio (Fidelity Donna)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Una comitiva di giovani provenienti da un oratorio di Brescia, accompagnatori compresi, dopo alcuni giorni dal loro arrivo si sono sentiti male. A tutti è stato somministrato un antibiotico, col timore che si trattasse legionella. (ilmessaggero.it)

Bormio (Sondrio), 5 agosto 2022 - Un centinaio di persone provenienti da Brescia sono finite al pronto soccorso dopo un soggiorno a Bormio . Forse la causa degli improvvisi malori può essere legata a un forte sbalzo termico dopo violenti temporali nella zona" (QUOTIDIANO NAZIONALE)

L'Ats della Montagna: ''Vista l'assenza di vomito non crediamo si tratti di legionella ma attendiamo le analisi''. Tra gli ultimi giorni di vacanze e il rientro a casa su 121 partecipanti un centinaio è stato male e 45 hanno avuto sintomi severi qualcuno finendo al pronto soccorso. (il Dolomiti)

Bormio, sospetta legionella per cento ragazzi e animatori con febbre alta e vomito

L'Ats della Montagna, che si è subito attivata, ha escluso l'intossicazione alimentare, dal momento che i pasti erano cucinati dalle mamme dei ragazzi, che si occupavano anche della spesa. Per tutti un antibiotico, poiché il timore era che si trattasse di legionella, i tamponi Covid sono risultati negativi. (L'Unione Sarda.it)

Un centinaio di persone, accompagnatori, educatori e prete compresi, che dopo alcuni giorni si sono sentiti male. di Daniele Molteni. Vacanza da incubo con mistero finale, sulle montagne di Bormio, in provincia di Sondrio, per una comitiva di giovani provenienti da un oratorio di Brescia (leggo.it)

C’è il rischio di un focolaio di legionella tra le circa cento persone, tra ragazzi e accompagnatori di un oratorio di Brescia, che hanno manifestato febbre molto alta, tosse e vomito di ritorno da una vacanza a Bormio, in provincia di Sondrio. (Virgilio Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr