Nuova luce sulla galassia Ruota di Carro con Jwst

Nuova luce sulla galassia Ruota di Carro con Jwst

Adesso, grazie alle capacità di Jwst nel rilevare la luce infrarossa, è possibile condurre nuove analisi per scoprire l’evoluzione della sua “ruota”.

Si tratta della galassia Eso 350-40, soprannominata Ruota di Carro (Cartwheel Galaxy), situata a circa cinquecento milioni di anni luce di distanza nella costellazione dello Scultore.

Eso 350-40 non fa eccezione.

La galassia mostra numerosi puntini blu che indicano la presenza di singole stelle o di complessi di formazione stellare. (Media Inaf)

Su altri media

Questa immagine offre una nuova visione di come la Galassia Cartwheel è cambiata nel corso di miliardi di anni. La Galassia Ruota di Carro (Eso 350-40), situata a circa 500 milioni di anni luce di distanza nella costellazione dello Scultore, è uno spettacolo raro. (Gazzetta del Sud)

La foto grazie al telescopio Webb. Lo scontro tra le due galassie ha generato due anelli, che si espandono verso l'esterno come le increspature create da un sasso nello stagno. Image Credit: NASA, ESA, CSA, STScI. (METEO.IT)

The light from GLASS-z13 took 13.4 billion years to hit us, but the distance between us is now 33 billion light years due to the expansion of the universe! Il James Webb Space Telescope è stato studiato apposta per vedere questa luce infrarossa con una risoluzione e una sensibilità senza precedenti. (Focus)

La galassia Ruota di Carro nella nuova foto del James Webb Space Telescope

Grazie al nuovo telescopio di Nasa, Agenzia spaziale europea (Esa) e canadese (Csa), è stato possibile individuare con estrema precisione singole stelle e regioni di formazione stellare, oltre che svelare il comportamento del buco nero al centro della galassia. (L'Eco di Bergamo)

Il telescopio spaziale James Webb svela dettagli mai visti prima della lenta trasformazione in atto nella galassia Ruota di carro, chiamata così per il suo particolare aspetto. Webb, con la sua capacità di rilevare la luce infrarossa, è riuscito dove gli altri avevano fallito (La Sicilia)

Accanto alla Ruota di Carro si notano altre due galassie a spirale. L’anello esterno, che ha avuto circa 440 milioni di anni per espandersi,dovute proprio all’onda d’urto della fase espansiva.Quindi, se finora la galassia Ruota di Carro restava una specie di mistero per gli astronomi a causa della complessità della struttura, (Skuola.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr