Vaccini dai medici di base: arriva l’accordo per somministrarli negli studi o in ambulatorio

Vaccini dai medici di base: arriva l’accordo per somministrarli negli studi o in ambulatorio
Fanpage.it SALUTE

L’accordo per il rimborso per ogni somministrazione sembra esserci e presto anche i medici di famiglia potranno inoculare i vaccini anti-Covid ai loro pazienti.

C’è già chi, come Toscana e Puglia, ha deciso di impiegare i medici di base anche per i vaccini agli over 80.

Inoltre in molte Regioni è stato già trovato l’accordo con i medici di famiglia: Basilicata, Calabria, Emilia-Romagna, Lombardia, Marche, Piemonte, Umbria (Fanpage.it)

Su altre testate

Dove ha parlato del numero di dosi in arrivo: numero che dovrebbe raggiungere - entro la fine di marzo - i 13 milioni di dosi dall'inizio della campagna vaccinale. Prosegue la campagna vaccinale anti Covid: via libera al protocollo d'intesa nazionale tra i medici di famiglia con governo e regioni. (Il Gazzettino)

«Dal 23 febbraio verrà collocato in quiescenza il medico di assistenza primaria che ha curato la nostra popolazione per 35 anni. Nuovamente viene sollevata la questione del medico di base la cui assistenza verrà meno non solo per Carlopoli ma anche per cittadini dei paesi vicini. (CatanzaroInforma)

Vaccino. Franco Locatelli: “13 milioni di dosi entro fine marzo”. Sono 13 milioni le dosi che l’Italia dovrebbe avere a disposizione entro la fine di marzo Vaccini Covid, intesa raggiunta tra medici di base, Governo e Regioni. (News Mondo)

Coronavirus, vaccino dai medici di base: accordo raggiunto rimborso di 6 euro a dose. Il piano della Puglia

Un compito affidato ai medici di famiglia con il supporto dell’Asl Nord Ovest. I medici di famiglia sono fondamnentali, ma hanno molti compiti e vanno aiutati con servizi e supporto di personale almeno in particolari momenti" (IL TELEGRAFO Livorno)

In zona arancione è infatti possibile passeggiare in strada, ma non stazionare, altrimenti potrebbe verificarsi un presupposto per l'assembramento. Registrati anche quattro decessi, per un totale 741 pazienti morti per il Covid. (Il Mattino)

La svolta potrebbe essere arrivata grazie all’accordo raggiunto tra il ministro della Salute, Roberto Speranza, e l’Ordine nazionale dei medici di famiglia. Domani toccherà agli over 80, ma la macchina organizzativa ha bisogno di una rapida accelerazione. (Il Quotidiano Italiano - Bari)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr