Bolsonaro non è stato fatto entrare allo stadio perché No Vax

Calcio In Pillole INTERNO

Il Capo di Stato brasiliano, noto per essere un no vai, non essendosi vaccinato non è potuto entrare nella struttura, fermato dai controllori.

Il negazionismo di Bolsonaro questa volta gli è costato caro.

Il presidente Bolsonaro voleva entrare allo stadio per assistere al match tra Santos e Gremio, ma all’entrata è stato fermato.

Infatti gli è stato impedito di assistere alla sfida tra Santos e Gremio. (Calcio In Pillole)

Su altre testate

In tutte le immagini e i video mandati in onda dai media italiani, come testimonianza di quanto accaduto, si vede bene l’imprenditore bassomolisano ripreso accanto a Roberto Fiore. L’evento, divenuto un caso proprio per l’annunciata presenza di Fiore e Castellino, personaggi controversi e ispirati a una chiara matrice fascista, era infine saltato anche per ragioni di ordine pubblico. (Primonumero)

Sono in corso ulteriori attività di indagine e di verifica dei filmati registrati dal personale della Polizia Scientifica, al fine di valutare altre condotte penalmente rilevanti per i fatti accaduti (La Stampa)

Pur essendo Forza Nuova un partito a trazione biancoceleste, per la “Magica” Castellino farebbe qualsiasi cosa Ma guai a etichettarlo come “fascista” o persino “estremista di destra”: si rischia una querela per diffamazione dagli avvocati di Forza Nuova. (Il Fatto Quotidiano)

Continueremo a batterci al fianco degli italiani, sempre a testa alta. Lo scrive su Facebook la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni (LaPresse)

«La giornata romana di ieri fa da spartiacque tra vecchio e nuovo», si legge. Secondo i militanti, la manifestazione è stata un successo perché ha messo «il regime in difficoltà». (Open)

I nomi dei leader di Forza Nuova fermati, Roberto Fiore, Luigi Aronica e Giuliano Castellino, non sono affatto nuovi alle autorità. Nemmeno lo scioglimento di Fn potrebbe invertire la rotta di quanto sta avvenendo e avverrà nelle prossime settimane» (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr