Coronavirus, il punto sui pandemia nelle Rsa in Umbria: 114 strutture con positivi, in calo i contagi tra i pazienti

Coronavirus, il punto sui pandemia nelle Rsa in Umbria: 114 strutture con positivi, in calo i contagi tra i pazienti
PerugiaToday INTERNO

Anche gli operatori sono stati vaccinati e, solo per alcuni, è in fase di completamento la campagna di vaccinazione

“Tutti gli operatori – ha continuato il commissario - vengono periodicamente screenati attraverso test rapidi per la verifica dello stato infettivo, così come vengono screenati regolarmente con tamponi molecolari, gli ospiti.

Tra queste anche le Opere Pie Donini dove si sono verificati contagi sia tra il personale che gli anziani. (PerugiaToday)

La notizia riportata su altre testate

Ricoverati nelle terapie intensive: totale 86. Al momento le persone attualmente positive al Coronavirus ammontano a 312, un incremento giornaliero di dieci unità rispetto all’ultimo aggiornamento. (TerniToday)

Un indice che – è stato detto – conferma anche l’andamento della curva epidemiologica. Nell’incidenza di casi di positività Covid per 100 mila abitanti permane una “grande differenza” anche nell’ultima settimana fra la provincia di Perugia (332,76) e quella di Terni (82,34). (Umbria Journal il sito degli umbri)

I casi positivi da inizio pandemia salgono da 1.522 a 1.528, più 6 tra ieri e oggi. I casi positivi da inizio pandemia passano da 277 a 282, più 5 tra ieri e oggi. (Assisi News)

Prorogata la zona rossa fino al 28 febbraio « ilTamTam.it il giornale online dell'umbria

In Umbria non ci risulta un paziente che provenisse da aree infette e che avesse contratto il virus" E dato che nel Ternano il virus si diffonde in maniera contenuta, questo starebbe a significare che le due varianti – brasiliana e inglese – in quei territori al momento circolino in maniera davvero limitata. (LA NAZIONE)

Amelia, infatti, da questa sera non sarà più compresa nella così detta “zona rossa”. Come era prevedibile, la Regione ha deciso di prolungare le attuali disposizioni per limitare il contagio da coronavirus. (Tam Tam)

E si è anche abbassata l’età media delle persone che soffrono di complicazioni polmonari e che vengono ospedalizzate". E’ il commissario per il Covid in Umbria, Massimo D’Angelo, a fornire uno spaccato ancor più preoccupante sul dilagare del virus in Umbria. (La Nazione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr