Vaccini, Magrini (Aifa): Capacità in aumento, +40% da aprile

Vaccini, Magrini (Aifa): Capacità in aumento, +40% da aprile
LaPresse INTERNO

Così in conferenza stampa il direttore generale Aifa, Nicola Magrini

Roma, 7 apr.

Quindi concentrarsi sulle fasce a maggior rischio riteniamo possa avere un migliore impatto sul controllo della malattia”.

(LaPresse) – “Altri vaccini sono in arrivo, la capacità vaccinale in Italia è in aumento, circa il 40% a partire da questo mese.

(LaPresse)

Su altre fonti

Gravissimo per trombosi cerebrale un avvocato di 45 anni della provincia di Messina. Il caso di Genova. Appena ieri a Genova una insegnante di 32 anni, che due settimane prima aveva ricevuto la prima dose del vaccino AstraZeneca, è morta per trombosi cerebrale (Sputnik Italia)

Tra una decina di giorni arriverà in Italia il quarto vaccino approvato dall’Ema e dall’Aifa, ossia Johnson & Johnson. Johnson & Johnson: c’è il rischio di effetti collaterali? (Virgilio Notizie)

La Casa Bianca rassicura sul vaccino AstraZeneca dopo averne bloccato la produzione nell'impianto Emergent BioSolution di Baltimora dove veniva prodotto insieme a quello di Johnson & Johnson. . (La Stampa)

Vaccini, Sileri: Su AstraZeneca non c’è necessità di stop generale

(LaPresse) – Su AstraZeneca “o si va avanti così, o si sospende o cosa più probabile sono le raccomandazioni per fascia di età anche se si tratta di una complicanza estremamente rara su soggetti giovani di sesso femminile. (LaPresse)

Scattata la segnalazione all'Aifa, anche se al momento non è possibile delineare alcuna correlazione con la vaccinazione Un'insegnante genovese di sostegno di 32 anni, T. F., ricoverata in coma nel reparto di Rianimazione dell'Ospedale San Martino, con sintomi di trombosi ed emorragia cerebrale è in stato di morte cerebrale. (La Repubblica)

“Noi siamo un’agenzia regolatoria e dobbiamo avere dati molto precisi sul rapporto rischio-benefici” Questa settimana, continua Cavaleri, “inizieremo a dare delle definizioni preliminari, ma difficilmente arriveremo a indicare dei limiti di età come hanno fatto vari Paesi”. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr