Nucleare, l’a.d. di Enel Starace: «Non ha senso costruire nuove centrali con questa tecnologia»

Nucleare, l’a.d. di Enel Starace: «Non ha senso costruire nuove centrali con questa tecnologia»
Open ECONOMIA

In Spagna – ricorda – abbiamo sei centrali nucleari di seconda generazione avanzata, per un totale di 3.300 Mw, con una scadenza che il governo spagnolo ha fissato dal 2027 al 2035.

E in Slovacchia siamo azionisti di Slovenske Elektrarne che ha iniziato a costruire due nuove unità nel 2008: dovevano essere finite nel 2012 e lo saranno nel 2022, dovevano costare 3,3 miliardi e ne costeranno 6,2

Per chi invece non le ha, non ha senso costruirne di nuove con la tecnologia esistente». (Open)

Se ne è parlato anche su altri giornali

di Enel fa notare l’esperienza diretta della sua azienda in campo nucleare. Ci sono due risposte che l’amministratore delegato di Enel, Francesco Starace, consegna in un’intervista alla Repubblica e incrociano tematiche sollevate dalla Lega di Matteo Salvini. (L'HuffPost)

Salvini accusa Enel di aver incassato profitti “mostruosi” con la crisi dei prezzi dell’energia, Starace nega. LA RISPOSTA DI STARACE (ENEL). Intervistato da Repubblica, l’amministratore delegato di Enel, Francesco Starace, ha detto che “noi non abbiamo fatto extraprofitti” perché l’energia che la società vende ai suoi clienti sul mercato libero ha “prezzi fissati due o tre anni prima”. (Startmag Web magazine)

"L'ENEL rimarrà un’azienda elettrica, ma l’elettricità ci sta portando in mondi finora sconosciuti, dove ci sono grandi opportunità per i nostri clienti e per noi». (La Repubblica)

Starace: “Per Enel nessun profitto extra. Contro il caro gas servono più rinnovabili”

“L’aumento attuale dell’energia elettrica deriva, quasi esclusivamente, dall’aumento del gas, che è il vero colpevole“, ha dichiarato Lanzetta. Questo, in sintesi, il pensiero di Nicola Lanzetta, direttore Italia del gruppo Enel, espresso in una recente intervista alla agenzia Ansa. (Qualenergia.it)

Lanzetta sostiene anzi che senza fonti rinnovabili, il caro energia sarebbe ancora più pesante per famiglie e imprese. Ma “tra una decina di anni possiamo, senza fare miracoli, raggiungere la produzione da rinnovabili del 70%, come Paese” (Vaielettrico.it)

Quindi anche ora,e i nostri clienti, che hanno avuto i prezzi fissati tempo fa, sono al riparo da questa volatilità del gas Lo ha confermato l'amministratore delegato, spiegando che avverrà lo spin-off sia di Gridspertise, la società del gruppo dedicata alla trasformazione digitale delle reti elettriche, sia della nuova società che si occupa di ricarica delle auto elettriche. (Borsa Italiana)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr