Atletica, Schwazer: ''La Wada rispetti la sentenza invece di attaccare il giudice"

Atletica, Schwazer: ''La Wada rispetti la sentenza invece di attaccare il giudice
Più informazioni:
la Repubblica SPORT

Schwazer, World Athletics: "Resta sospeso fino al 2024".

E' davvero grave che la Wada attacchi un giudice della magistratura italiana, forse si sentono superiori alla legge".

L'organizzazione mondiale antidoping si era detta "inorridita per le molteplici accuse, sconsiderate e infondate fatte dal giudice contro l'organizzazione".

Duro sfogo di Alex Schwazer contro l'Agenzia mondiale antidoping dopo la sua archiviazione al tribunale di Bolzano (la Repubblica)

Ne parlano anche altre fonti

Il tribunale di Bolzano ha stabilito che l’atleta fu estromesso dai Giochi in base a prove fasulle. Ma la Wada reagisce male: «Accuse infondate, siamo inorriditi». L’allenatore: «Questo ente ha perso qualsiasi terzietà» Con una buona dose di insolenza, irrompe nel caso Alex Schwazer la Wada, l’agenz (La Verità)

Anche la Wada si è unita a World Athletics nel rifiutare completamente qualsiasi ipotesi di manipolazione. "World Athletics preferisce non commentare la decisione delle Autorità Italiane di non perseguire l'atleta per il crimine di 'dopaggio'. (Runner's World)

La Iaaf, Federazione Internazione d’Atletica, in una nota ha negato la possibilità di una riabilitazione di Alex Schwazer per le Olimpiadi di Tokyo, dopo l’archiviazione del procedimento penale a carica dell’atleta. (Virgilio Sport)

Alex Schwazer, mamma Maria Luisa Brunner: Temevo me lo uccidessero | Intervista

La conclusione di 'World Athletics' è che "il signor Schwazer non potrà partecipare a competizioni internazionali fino al 2024" Niente Giochi di Tokyo, Alex Schwazer non potrà gareggiare fino al 2024, anno in cui scadrà la sua squalifica per doping. (Sky Tg24 )

"Sia per quanto riguarda la Federazione internazionale che per la Wada io non mi aspettavo nessun mea culpa da loro, quindi non sono sorpreso". Cosi' Alex Schwazer, in collegamento con Dribbling, sulle reazioni dopo la sua archiviazione al tribunale di Bolzano (l'Adige)

Maria Luisa Brunner, mamma di Alex Schwazer, racconta al Corriere dell’Alto Adige «la fine di un incubo» iniziato nel 2012, con il primo scandalo per doping, e proseguito nel 2016 con «accuse infamanti che lo hanno distrutto». (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr