L'eruzione del vulcano Fagradalsfjall in Islanda

L'eruzione del vulcano Fagradalsfjall in Islanda
Agenzia askanews ESTERI

L’eruzione del vulcano Fagradalsfjall in Islanda. Aperta una nuova bocca, i turisti si affollano a guardare. Roma, 4 ago.

Il vulcano a 40 chilometri dalla capitale aveva già eruttato per sei mesi fra marzo e settembre del 2021

(askanews) – I turisti si affollano sul sito del vulcano Fagradalsfjall vicino alla capitale dell’islanda Reykjavik, dopo l’apertura di una nuova bocca che sputa lava e lapilli. (Agenzia askanews)

La notizia riportata su altre testate

Il vulcano, a 40 chilometri dalla capitale, aveva già eruttato per sei mesi fra marzo e settembre del 2021. (Unioneonline/v.l.) (L'Unione Sarda.it)

Il numero delle scosse, tuttavia, è diminuito sensibilmente dall'inizio dell'eruzione, secondo l'Autorità. Stamani, una scossa di magnitudo 4,6 è stata rilevata sulla penisola, secondo l'Autorità Meteorologica Islandese. (ilmessaggero.it)

Solo ieri però, la pressione accumulata sottoterra è esplosa, aprendo una fessura di circa 300 metri da cui stanno uscendo fontane di lava alte decine di metri. Lo scorso anno una prima eruzione del medesimo vulcano aveva attirato in tutto oltre 400'000 curiosi. (RSI.ch Informazione)

Spettacolare eruzione vicino a Reykjavik, in tanti a vedere la lava

La frequenza dei terremoti è rallentata da quando il magma è esploso nel terreno Il luogo dell'eruzione, in un'area di difficile accesso che richiede una passeggiata di 90 minuti, ha già attirato più di 1.830 visitatori il primo giorno della comparsa della lava, secondo quanto riferiscono le autorità islandesi, e molti sono stati visti fare trekking in zona. (Corriere del Ticino)

Le autorità sono in allerta, ma per il momento la situazione è sotto controllo. Vulcano Fagradalsfjall in attività (Keystone). I sorvoli aerei nella regione di Reykjavik sono stati limitati per precauzione, ma questo non limita l'attività dello scalo internazionale di Keflavik (RSI.ch Informazione)

Il flusso di lava nelle prime ore è stato stimato a 32 metri cubi al secondo, secondo le misurazioni effettuate dagli scienziati: circa quattro o cinque volte di più rispetto all'inizio dell'eruzione dello scorso anno. (Gazzetta di Parma)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr