Offesa, malmenata e scaraventata a terra per aver chiesto il green pass

Offesa, malmenata e scaraventata a terra per aver chiesto il green pass
Altri dettagli:
Telefriuli INTERNO

M5S FVG: “Solidarietà a addetta aeroporto aggredita”. “Non è accettabile che una persona venga aggredita per avere semplicemente fatto il proprio dovere.

Il motivo di tutto questo è la richiesta del green pass ad una coppia di passeggeri all’imbarco per Londra.

La solidarietà della Regione alla lavoratrice. Solidarietà incondizionata alla lavoratrice dell'aeroporto di Ronchi dei Legionari malmenata ieri per aver chiesto il Green pass a una coppia di passeggeri in partenza per Londra è stata espressa dal governatore del Friuli Venezia. (Telefriuli)

La notizia riportata su altri giornali

E tutto solo per aver chiesto il green pass ad un uomo che stava per imbarcarsi con la propria compagna. La lavoratrice ha riportato un trauma cranico a causa della caduta, con prognosi di 8 giorni. Afferrata per il collo e scaraventata a terra. (Today.it)

Chiede il green pass a due passeggeri prima del volo: picchiata addetta dell’aeroporto di Trieste Una lavoratrice dell’aeroporto di Trieste è stata insultata, picchiata, afferrata per il collo e scaraventata a terra, riportando un trauma cranico, per aver chiesto il green pass a due passeggeri che volevano imbarcarsi su un volo per Londra (Fanpage.it)

"In questa fase è importante garantire la sicurezza dei lavoratori ai quali è demandato il controllo dei green pass, così come da parte delle istituzioni e della politica è necessario un messaggio fermo, senza esitazioni e ambiguità su obbligatorietà dei vaccini e green pass, che inevitabilmente lasciano spazio a violenze non tollerabili" (Il Friuli)

Trieste Airport: operatrice offesa e picchiata per aver chiesto il Green Pass

"Non è possibile – conclude Pittelli – che chi svolge correttamente il proprio lavoro diventi un bersaglio Brutta avventura e tanta paura per un trentaquattrenne che lavora dal 2007 al Trieste Airport di Ronchi dei Legionari (UdineToday)

“Non è possibile – conclude Pittelli – che chi svolge correttamente il proprio lavoro diventi un bersaglio Da quanto riferito alla Fit Cisl Fvg dalla lavoratrice, l’uomo, alla richiesta di esibire il documento indispensabile per poter salire in aereo, avrebbe letteralmente perso le staffe, scagliandosi contro la dipendente. (ilgazzettino.it)

Ieri gli agenti dello scalo hanno invece raccolto la denuncia della giovane operatrice, in particolare in virtù dell’aggressione e delle lesioni subite Vittima dell’inquietante aggressione è stata una giovane operatrice addetta agli imbarchi allo scalo Trieste Airport del Friuli Venezia Giulia, di Ronchi dei Legionari (Il Piccolo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr