Adriano Rota ritrovato senza vita in un canale del Resegone

Adriano Rota ritrovato senza vita in un canale del Resegone
Valseriana News INTERNO

Le squadre hanno circoscritto la zona alle creste del Resegone e scendendo hanno trovato alcuni oggetti appartenenti all’uomo.

Era partito sabato scorso per un’escursione nella zona del Resegone.

Poco dopo, scendendo in un canale hanno trovato il corpo senza vita

L’uomo del 1948, residente ad Albano Sant’Alessandro, era stato visto sabato da alcune persone nella zona della Cima Quarenghi – La Passata. (Valseriana News)

Su altre testate

Era scivolato sul versante sud-ovest della montagna. Le ricerche erano scattate in mattinata, quando i familiari, preoccupati perché senza sue notizie da giorni, avevano dato l’allarme. (La Repubblica)

La sua auto era Brumano, dove si sono concentrate le ricerche che hanno visto coinvolti i tecnici del Soccorso Alpino. Il corpo senza vita è stato ritrovato in un canale in prossimità della cresta del Resegone, sul versante orobico al confine tra le province di Bergamo e Lecco. (Lecconews)

Tragico epilogo per la vicenda di Adriano Rota, il 70enne di Albano Sant’Alessandro di cui si erano prese le tracce da sabato scorso: il suo cadavere è stato ritrovato lungo un canale in prossimità della cresta del monte Resegone (BergamoNews.it)

Scomparso da sabato, ritrovato senza vita in un canale sul monte Resegone

Nel pomeriggio di mercoledì il tragico epilogo: LEGGI Ora che è stata individuata la zona, si cerca Adriano. (BergamoNews.it)

Secondo le ricostruzioni, l’uomo sabato era uscito di casa per un’escursione, senza lasciare detto con precisione dove fosse diretto. Era uscito di casa sabato per un’escursione,. 72enne trovato senza vita sul Resegone La vittima dell’incidente in montagna un uomo di Albano Sant’Alessandro. (L'Eco di Bergamo)

«Ho notato che era parcheggiata sempre nella stessa posizione da due o tre giorni – spiega il primo cittadino – così stamattina ho avvisato i carabinieri» È stato il sindaco di Brumano, Giovanni Manzoni, a notare l’auto di Rota, una Renault Clio color panna, nel posteggio all’imbocco del sentiero che sale verso la cima Quarenghi, un percorso consigliato agli escursionisti esperti perché particolarmente impervio. (Corriere Bergamo - Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr