Trasporto aereo, proclamate quattro ore di sciopero

GenovaToday ECONOMIA

Quattro ore di sciopero del trasporto aereo dalle ore 13 alle ore 17 proclamate a livello nazionale per venerdì 18 giugno 2021.

«Siamo preoccupati per le possibili ripercussioni sui dipendenti Alitalia - commentano dalle segreterie di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti - a partire dal ritardo nel pagamento degli stipendi».

Il trasporto aereo ha patito pesantemente gli effetti della pandemia e - come ricordano ancora dal sindacato - ha impattato pesantemente anche sul capoluogo ligure. (GenovaToday)

Su altri media

Nel primo caso siamo disponibili al confronto, fin da ora, nel secondo caso invece, ci opporremo con ogni strumento a nostra disposizione" La conferma è arrivata ieri al termine dell'incontro tra i commissari straordinari di Alitalia e i segretari nazionali dei sindacati del trasporto aereo. (Rai News)

“Siamo preoccupati per le possibili ripercussioni sui dipendenti Alitalia – commentano dalle segreterie di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti – a partire dal ritardo nel pagamento degli stipendi”. In programma anche nello scalo genovese quattro ore di sciopero del trasporto aereo dalle ore 13 alle ore 17, proclamate a livello nazionale per domani, venerdì 18 giugno. (Genova24.it)

Lo riferiscono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo che hanno proclamato “la protesta a difesa dei lavoratori di Alitalia e Air Italy come di Blue Panorama e Air Dolomiti, Neos ma anche Norwegian e di Ernest in liquidazione e delle low cost EasyJet, Ryan Air/Malta Air, Wizz Air, Vueling e Volotea, di tutte le compagnie aeree straniere con base e addetti nel nostro paese, delle società di gestioni aeroportuali, di handling e catering e di tutti gli stagionali e precari del settore”. (RomaDailyNews)

Concluso lo sciopero di 4 ore dalle 13 alle 17 Protesta trasporto aereo. La contrazione del comparto aereo italiano e delle compagnie straniere sul nostro paese è tra il 70% e l’80% con punte del 90% del fatturato. (Rai News)

Per questo mitivo gli aeroporti della zona – e in particolare il Catullo di Verona – ha fatto sapere tramite una nota che è possibile contattare le compagnie aeree, i tour operator o le agenzie viaggi per conoscere gli eventuali disagi causati dallo sciopero Molti turisti infatti hanno prenotato voli per raggiungere le località balneari (come la Sardegna) o anche le capitali europee. (La Gazzetta di Mantova)

«Il trasporto aereo, insieme al turismo, - dicono i sindacati - è uno dei settori più colpiti dalla pandemia e sono sempre più urgenti interventi per la tenuta industriale del settore. Venerdì 18 giugno non è una data propizia per i viaggi in aereo: è stato procalamato uno sciopero nazionale del personale del comparto aereo, aeroportuale e dell'indotto degli aeroporti di 4 ore, dalle 13 alle 17. (VeneziaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr