Amazon ammette: dipendenti costretti a fare pipì nelle bottiglie

Amazon ammette: dipendenti costretti a fare pipì nelle bottiglie
Cefalunews.net ECONOMIA

Idipendenti di Amazon sarebbero a volte costretti a fare pipì nelle bottiglie di plastica, per non perdere tempo nelle consegne.

“Solo perché paghi i tuoi impiegati 15 dollari all’ora non ti rende un posto di lavoro all’avanguardia – aveva detto rivolgendosi al gigante dell’e-commerce – se costringi i tuoi impiegati a fare pipi’ nelle bottiglie di plastica”.

Il problema con gli autisti di Amazon è “di lunga data” e “riguarda tutto il settore”, ha fatto sapere la società sottolineando: “Vorremmo risolvere il problema

Lo stesso regista Ken Loach, nell’ultimo film “Sorry we missed you”, aveva rivelato questo agghiacciante particolare. (Cefalunews.net)

La notizia riportata su altre testate

Ebbene, il colosso di Seattle ne ha dato conferma: in alcune circostanze, coloro che guidano i corrieri potrebbero infatti essere costretti a urinare nelle bottiglie per non perdere tempo con le consegne dei pacchi. (Webnews.it)

Ogni pubblica amministrazione deve adottare un proprio codice di comportamento con il quale integrare quello generale, in relazione alle proprie specifiche competenze e funzioni e così ha fatto il Comune di Milano. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

In piazza Castello il sit-in a 18 giorni dai licenziamenti che dovrebbero scattare il 25 aprile. Presidio dei lavoratori ex Embraco mercoledì 7 aprile in piazza Castello a Torino, davanti alla Prefettura. (LaPresse)

Usa, Amazon ammette: dipendenti costretti a fare pipì in bottiglie

Un mondo che difficilmente potrà essere risollevato dai 20 miliardi di euro del Recovery plan che potrebbero arrivare quest’anno. Un altro problema per il Paese è l’orizzonte della fine del blocco degli sfratti che è fissata al 30 giugno (Yahoo Finanza)

Iniziate a riconoscere le condizioni di lavoro inappropriate che avete creato per tutti i vostri dipendenti» La società è stata quindi costretta a fare dietrofront: «Dobbiamo delle scuse a Pocan», ha detto. (Gazzetta del Sud)

La storia si è così gonfiata che Amazon è anche stata accusata di aver creato un profilo falso di Twitter per capovolgere la storia. Amazon è cresciuta tantissimo e spesso quando un qualcosa cresce così tanto, le parti negative si gonfiano con esse (Tecnoandroid)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr