La variante Delta è più contagiosa per i bambini

Radio Colonna SALUTE

I dati sulla variante Mu recentemente raccolti da una ricerca giapponese, dell’Università di Tokyo, vanno in questa direzione e indicano che dell’Università di Tokyo.

Merita attenzione anche una variante nota come la Delta, perché l’aumento dei casi di infezione rilevati nei bambini lasciano supporre che la loro risposta innata al virus non sia più efficace.

Per ora non ci sono prove che i bambini siano più vulnerabili o colpiti dalla variante Delta rispetto alle altre. (Radio Colonna)

Ne parlano anche altre fonti

“Non abbiamo ancora dati per dire che” la variante Mu “si sta diffondendo molto – ha precisato – né per sapere se potrà soppiantare la Delta. Nota anche come colombiana, questa nuova mutazione è arrivata in Italia? (LiberoReporter)

Dopo la variante Delta, c’è una nuova tipologia di Covid che sta attirando l’attenzione dell’Organizzazione mondiale della Sanità. Variante Mu: sintomi e caratteristiche. Secondo quanto riferito dall’Oms, la variante Mu presenta una serie di mutazioni che potrebbero accostarla alla variante Beta. (Donna Glamour)

Variante Mu, lo studio dal Giappone: 7,5 volte più resistente ai vaccini. In particolare hanno osservato che la variante è 12,4 volte più resistente rispetto ai sieri dei convalescenti e 7,5 volte rispetto a quelli degli individui vaccinati. (Notizie.it )

A mani nude contro la Delta. I bambini senza vaccini si ritrovano oggi ad affrontare un virus che combatte per due. (Roccarainola.net)

Dalla comparsa del morbo, stando ai dati del CDC, almeno 520 pazienti pediatrici negli Usa non sono riusciti a superare l’infezione da Covid “Quello che stiamo vedendo ora è estremamente preoccupante”, ha dichiarato alla Cnn Edith Bracho-Sanchez, pediatra presso l’Irving Medical Center della Columbia University. (Firenze Post)

Covid aumentano i casi di variante Delta tra i bimbi. Lo sostengono dei ricercatori intervistati dalla rivista Nature: fino a questo momento i bambini hanno resistito al Covid grazie a una risposta innata più forte degli adulti e pronta subito a funzionare, ma negli ultimi mesi i dati di contagi e ricoveri suggeriscono che anche i piccoli stiano diventando una parte consistente di infezioni e ricoveri. (L'Occhio)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr