Vaccini, De Luca: «Vanno prodotti in Italia, governo si attivi immediatamente»

Vaccini, De Luca: «Vanno prodotti in Italia, governo si attivi immediatamente»
Il Messaggero INTERNO

«L'interlocuzione con l'attuale commissario (Arcuri, ndr) è pessima e non abbiamo la possibilità di fare una programmazione perché un direttore di un'Asl non sa quanti vaccini arriveranno con certezza» specifica De Luca

«L'altro obiettivo che dobbiamo porci è produrre i vaccini in Italia» ha aggiunto.

Così il governatore campano De Luca, a margine della presentazione dei nuovi treni EAV, per la linea Cumana, all'officina di via Giacomo Leopardi a Fuorigrotta. (Il Messaggero)

Ne parlano anche altri giornali

Qualche collega del Veneto lo ha proposto, ma mi permetto di osservare che i vaccini sono un prodotto un po’ diverso dalla grappa barricata. Quella puoi comprarla con gli intermediari, e neanche quella se vuoi la qualità, i vaccini assolutamente no". (Adnkronos)

Bravi, ora siamo zona arancione e forse entriamo in zona rossa”. “La Regione è, è stata e sarà impegnata all’ultimo respiro per mettere in campo un programma di sostegno finanziario per la città di Napoli”, ha concluso (anteprima24.it)

Ed è un messaggio diretto, anche se non pronuncia mai il nome del sindaco, a Luigi de Magistris. L’affondo è del governatore Vincenzo De Luca. (Corriere del Mezzogiorno)

De Luca bacchetta Arcuri: «Non sappiamo quanti vaccini arriveranno»

Aumentano i posti letto occupati nelle terapia intensive, 120; aumentano anche i posti letto occupati di degenza, 1.300 (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI). 7:24 - In Campania 1.658 casi su 20.254 tamponi. (Sky Tg24 )

In Italia, purtroppo, c'è sempre un ricordo al Tar che ferma tutto" "Abbiamo messo in campo un programma di ammodernamento da 1 miliardo di euro - si è difeso De Luca - Entro quest'anno triplicheremo i treni della Cumana. (NapoliToday)

Cosi’ il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. “Non sappiamo con certezza quante dosi arriveranno a marzo – spiega ai giornalisti – Questo e’ un problema soprattutto in ragione dei ritardi nella somministrazione delle seconde dosi. (Salernonotizie.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr