USA: inflazione batte le stime a marzo

Money.it ECONOMIA

Su base annua, il dato è passato dall’1,7 al 2,6 per cento (consenso 2,5%).

Gli analisti avevano stimato un aumento di mezzo punto percentuale.

A livello di indice «core», quello calcolato al netto delle componenti più volatili, l’inflazione mensile ha segnato un +0,3% (stime a +0,2%)

Nel mese di marzo 2021, l’inflazione USA su base mensile dato ha messo a segno un +0,6%, che si confronta con il +0,4% della precedente rilevazione. (Money.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

(LaPresse) – A marzo si stima che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, registri un aumento dello 0,3% su base mensile e dello 0,8% su base annua (da +0,6% di febbraio), confermando la stima preliminare. (LaPresse)

13 Aprile 2021. (Lettura 1 minuto). . . . (Teleborsa) - Prove tecniche di rimbalzo per il cross eur/usd che riaggancia la soglia degli 1,19 dollari dopo che il dato odierno sull'inflazione americana di marzo ridimensionato i timori di surriscaldamento dell'economia a stelle e strisce. (ilmessaggero.it)

Avvio poco mosso per le Borse europee. Se vuoi aggiornamenti su Borse europee poco mosse: fari su trimestrali Usa e verdetto Ema su vaccino J&J inserisci la tua email nel box qui sotto: Iscriviti Si No Acconsento al trattamento dei dati per attività di marketing. (Wall Street Italia)

Intanto l’amministrazione Usa ha rassicurato che la campagna di immunizzazione procede senza intoppi nonostante la sospensione del vaccino Johnson & Johnson, mentre i mercati non sembrano aver risentito dei dati superiori alle attese dell’inflazione americana Lo S&P 500 ha guadagnato lo 0,3% segnando un nuovo massimo, mentre il Nasdaq è salito dell’1,1% sfiorando quota 14.000 punti. (Il Cittadino on line)

Ci aspettiamo che l’attenzione del mercato si sposti ora sull’inizio della cruciale stagione degli utili Usa di domani, guidata dai titoli finanziari, dove ci aspettiamo una crescita degli utili di oltre il 25% su base annua Gli investitori si sono scrollati di dosso i dati sull’inflazione USA di oggi. (lamiafinanza)

Tuttavia, oggi è successo il contrario e, allo stesso tempo, l’S&P500 e il Nasdaq sono saliti. Ciò dovrebbe fornire un vento di coda per le azioni statunitensi nelle prossime settimane, oltre a sostenere il recente rimbalzo dei titoli tecnologici. (Wall Street Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr