Perché Diego Della Valle ha deciso proprio ora di portare la sua Tod's via da Piazza Affari (di C

L'HuffPost ECONOMIA

La famiglia di Diego della Valle sceglie un afoso mattino presto di agosto, il 3, per annunciare l'intenzione di condurre fuori da Piazza Affari, dopo 22 anni di Borsa e attraverso un'offerta pubblica di acquisto (Opa), le azioni della "sua" azienda di pelletteria Tod's.

Nel dettaglio, l'Opa sarà lanciata al prezzo di 40 euro ciascuna sulle azioni non ancora in portafoglio, corrispondenti al 25,5% del capitale e per un costo complessivo a carico della famiglia marchigiana fino a 338,15 milioni di euro

(L'HuffPost)

Ne parlano anche altri giornali

Resterà infatti socio nella società di Diego della Valle con la sua quota attuale del 10%. Tod’s, al via l’OPA per il delisting. La società del gruppo Lvmh di Arnault Bernard, Delphine Sas, ha deciso di non aderire all’OPA. (Finance CuE)

Per contro, Della Valle avrà il diritto di acquistare la partecipazione (opzione call) al termine del dodicesimo anniversario del delisting Il patto ha durata di cinque anni ed è prorogabile automaticamente per altri cinque, mentre si riduce a tre anni in caso di mancato delisting e decade a fronte di una nuova quotazione. (ilmessaggero.it)

Il patron di, colosso del lusso, con la sua Delphine ha già il 10% della maison italiana e agisce di concerto con Della Valle nell'OPA finalizzata al delisting da Piazza Affari.Il patto haed è prorogabile automaticamente per altri cinque, mentre si riduce a tre anni in caso di mancato delisting e decade a fronte di una nuova quotazione. (Borsa Italiana)

La durata del patto si riduce a tre anni in caso di mancato delisting e decade a fronte di una nuova quotazione. REUTERS/Arnd Wiegmann/File Photo. MILANO (Reuters) - Il patto parasociale stretto il 3 agosto tra la famiglia Della Valle e Lvmh sulle azioni Tod's (BIT: ) ha una durata di cinque anni ed è prorogabile automaticamente per altri cinque. (Investing.com Italia)

A dare l’addio sono grandi e medi gruppi industriali privati, che lasciano una Borsa italiana sempre più dominata dal peso delle società pubbliche e del settore finanziario (24+)

Una perdita importante nel settore del lusso, per Piazza Affari che continua così a dimagrire. Le borse continentali hanno preso coraggio a partire dall’avvio intonato di Wall Street, reduce da due giorni di perdite. (FIRSTonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr