Violentata e uccisa a coltellate nel Napoletano: aveva 24 anni

Violentata e uccisa a coltellate nel Napoletano: aveva 24 anni
L'HuffPost INTERNO

Scenario della tragedia un popoloso rione di Pompei, dove da ore la gente si interroga su come e perché abbia perso la vita una giovane donna a poche ore dal suo ventiquattresimo compleanno

Gli investigatori sono attesi da una lunga notte di accertamenti e interrogatori, con l’ausilio del reparto investigazioni scientifiche dell’Arma.

Le indagini sono coordinate dalla procura di Torre Annunziata, pm Antonio Barba. (L'HuffPost)

Se ne è parlato anche su altri media

Share Pin 0 Condivisioni. Era stata soccorsa dal 118, ma a causa delle gravi ferite è morta in ospedale. Pompei, deceduta la ragazza accoltellata e violentata in un garage –. Aveva solo 24 anni la ragazza morta all’ospedale di Castellammare di Stabia dopo essere stata stuprata ed accoltellata a Pompei. (BaraondaNews)

Le ferite sull’addome, anche se compatibili con coltellate, sarebbero state invece procurate dalla stessa 24enne con un paio di forbici acquistate poco prima Secondo le prime ricostruzione la giovane sembrava essere stata vittima di un’aggressione e di violenza sessuale. (Il Fatto Vesuviano)

Risolto il giallo sulla morte di Grazia Severino, la studentessa di 23 anni, trovata in fin di vita con ferite da taglio sull’addome in un’area condominiale, situata in via Carlo Alberto I Traversa, a Pompei, e poi deceduta subito dopo al San Leonardo di Castellammare. (Teleclubitalia.it)

Pompei, Grazia Severino morta dissanguata nel garage

Avrebbe compiuto 24 anni proprio domattina, Grazia Severino, la ragazza trovata da personale del 118 in un garage a Pompei e poi deceduta dopo il trasporto all'ospedale di Castellammare di Stabia nel Napoletano. (AGI - Agenzia Italia)

Il suo corpo trovato in via Carlo Alberto. Le indagini. Dista meno di 400 metri dalla basilica-santuario della Madonna di Pompei il condominio dove è stato trovato il corpo della 24enne Grazia Severino (Internapoli)

A far sospettare anche violenze sessuali, le abrasioni nelle parti intime e il liquido seminale o vaginale riscontrati a prima vista dal personale sanitario intervenuto per soccorrerla. I carabinieri stanno presidiando l’edificio dove e’ stato trovato il corpo della donna, in via Carlo Alberto, non lontano dalla basilica di Pompei. (Cronache della Campania)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr