Scala dei Turchi: il raid fatto dall'imbianchino degli attentati terroristici di Milano e Agrigento

La Repubblica INTERNO

Aveva cercato pure di far saltare in aria la casa circondariale di Agrigento, piazzando una bombola di gas

Risulta inoltre essere già stato sottoposto a misura di prevenzione e da ultimo nuovamente proposto, proposta tuttavia rigettata dal Tribunale di Palermo, in atto è sottoposto al divieto di avvicinamento ad Agrigento disposto dalla Questura".

A casa di uno di loro, c'erano guanti sporchi di ossido di ferro, la sostanza utilizzata per il raid. (La Repubblica)

Su altre testate

"È stata una azione criminale e scellerata - spiega in conferenza stampa dopo l'individuazione dei responsabili del gesto - una azione fatta con coscienza e volontà per deturpare uno dei beni più importanti della Sicilia e d'Italia". (La Repubblica)

A testimoniare gli atti vandalici è stata l’associazione Mareamico che si batte per la difesa di quei luoghi. a cura di Alessandro Puglia - Immagini Mareamico (Repubblica TV)

Milano, 13 gennaio 2022 - Una bombola di gas da 20 chili portata dentro un borsone nei sotterranei della metropolitana Duomo e fatta bruciare, con l’intento di provocare un incendio o un’esplosione. Per fortuna non ci furono gravi conseguenze: il fumo era stato subito individuato e la bombola resa innocua prima che potesse scoppiare. (IL GIORNO)

Nel 2006 venne condannato definitivamente a 16 anni di carcere: era stato lui a piazzare una bombola del gas nella stazione Duomo della metropolitana di Milano. Eppure lo scorso luglio il tribunale di Palermo aveva respinto la misura di prevenzione della sorveglianza speciale per Quaranta. (ilmessaggero.it)

Finalmente è arrivata la svolta nelle indagini sul vergognoso raid vandalico alla Scala dei Turchi, che nella notte tra il 7 e l’8 gennaio è stata imbrattata con polvere rossa. (greenMe.it)

Si tratta di un soggetto già noto alle forze dell'ordine: nel 2002, infatti, fu arrestato per il tentato attentato terroristico alla metropolitana di Milano. Chi è Domenico Quaranta, denunciato per aver imbrattato la Scala dei Turchi: fallì attentato a Milano Tra i due complici che sono stati denunciati per aver imbrattato con polvere rossa la Scala dei Turchi di Realmonte, c’è anche Domenico Quaranta: nel 2002 fu arrestato per il fallito attentato terroristico alla metro di Milano e dal 2019 è stato al centro di tre servizi di Striscia la Notizia in cui era definito “imbrattatore seriale”. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr