Djokovic, Australian Open a rischio: bloccato sull'aereo per problemi con il visto

ilGiornale.it SPORT

Lo Stato di Victoria ha bloccato la richiesta d'accesso nel paese e ora la decisione passa al governo federale.

Il direttore degli Australian Open, Craig Tiley, era stato invece netto nei confronti di Djokovic prima che fosse bloccato sull'aereo: "Sarebbe utile se Novak Djokovic spiegasse i motivi per cui ha ricevuto l'esenzione medica per partecipare al torneo

Questo errore del suo entourage, però, si è ben presto trasformato in un caso diplomatico che rischia di estrometterlo clamorosamente dagli Australian Open. (ilGiornale.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Siamo sempre stati chiari su due punti: l'approvazione dei visti è una questione per il governo federale e le esenzioni mediche sono una questione per i medici" Jaala Pulford, ministra dello sport ad interim dello Stato di Victoria, è stata perentoria. (Sportal)

We will not be providing Novak Djokovic with individual visa application support to participate in the 2022 Australian Open Grand Slam Non forniremo a Novak Djokovic supporto per la richiesta di visto individuale per partecipare all’Australian Open 2022″. (OA Sport)

Novak Djokovic è attualmentet rattenuto all'aeroporto, isolato in una stanza senza accesso al suo cellulare e incapace di parlare con i gli uomini della sua squadra, ed è addirittura sorvegliato da due uomini della sicurezza". (Tennis World Italia)

Gli avvocati del n. 1 del mondo hanno inoltrato immediatamente un appello formale contro la decisione dell’Australian Border Force, e quindi la faccenda sicuramente non si concluderà qui. “La Serbia combatterà per Novak Djokovic, la giustizia e la verità” ha poi continuato il presidente. (Ubi Tennis)

VIDEO - Una scena in stile "The Terminal": Djokovic bloccato in aeroporto, è colpa del visto. Djokovic era atterrato a Tullamarine mercoledì e trattenuto in aeroporto a causa del visto non in regola. Novak Djokovic (Photo by Oscar Gonzalez/NurPhoto via Getty Images). (Yahoo Eurosport IT)

Ricordo i tempi dei tornei Juniores, quando ci incontravamo in qualche località sperduta in Polonia, con zero gradi o giù di lì JORDAN THOMPSON “Non ho molto da dire sul caso Djokovic. (SuperTennis)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr